Denunciato dall’ex convivente per il furto di due cellulari, nella perquisizione gli agenti trovano una pistola

Arrestato un 58enne di Crotone. L’arma non era legalmente dichiarata. L’uomo ha detto di averla presa per difesa personale

di Gaetano Megna
CROTONE Arrestato per detenzione abusiva di armi ed è anche indagato per maltrattamenti nei confronti dell’ex compagna. Le manette ai polsi di Antonio Del Poggetto, 58 anni di Papanice con piccoli precedenti, sono scattate lo scorso 25 febbraio. L’indagine nei suoi confronti è partita in seguito ad una telefonata al 113 dall’ex convivente che ha denunciato “la scomparsa” di due cellulari. Ricevuta la denuncia gli uomini delle Volanti della Questura di Crotone si sono recati nella casa della donna, che è stata invitata a recarsi nella sede della Polizia per un approfondimento. Durante il confronto con gli investigatori la donna ha raccontato di avere subìto presunti e ripetuti abusi da parte del convivente a partire dal 2015. Abusi che sarebbero durati sino alla fine del rapporto amoroso avvenuta quattro mesi fa. L’operazione è stata illustrata questa mattina, durante una conferenza stampa, dal dirigente Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura, Francesco Cecere.
La denuncia dettagliata della donna ha convinto gli investigatori ad effettuare una perquisizione nella casa di Del Poggetto a Papanice, con l’obiettivo di trovare i due cellulari sottratti all’ex compagna. Quando gli investigatori sono arrivati, l’uomo stava per usciere di casa ed indossava una tracolla all’interno della quale è stata rinvenuta una pistola calibro 22 Franchi Laama, con il colpo in canna e il cane armato per sparare. Una piccola arma a sette colpi provvista di matricola, ma l’arrestato non aveva il permesso per detenerla. È stato, quindi, arrestato in flagranza di reato e tradotto al carcere di Crotone in attesa di convalida. Ha giustificato il possesso dell’arma per difesa personale, ma alle forze dell’ordine non risultano situazioni che possano far pensare ad un agguato nei suoi confronti. Agli uomini della Questura ha riferito che stava uscendo di casa per recarsi all’abitazione dell’ex compagna per restituire i due cellulari. (redazione@corrierecal.it)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto