Coronavirus, arrivati a Lamezia i due pazienti lombardi diretti al Pugliese-Ciaccio – VIDEO

Trasferimento necessario a causa della sempre più ridotta disponibilità dei posti letto negli ospedali lombardi ma anche simbolo della lotta comune contro lo stesso nemico

di Giorgio Curcio
LAMEZIA Abituati all’emigrazione sanitaria e ai numerosi “viaggi della speranza” dei calabresi al di fuori dei confini regionali per raggiungere, spesso, quelli del Nord Italia, l’arrivo dei due pazienti affetti da coronavirus in Calabria fa sicuramente un certo effetto. L’aereo militare, diretto all’aeroporto di Lamezia Terme, è atterrato alle 18.05 con oltre un’ora di ritardo rispetto alle prime indicazioni e ad accoglierli c’era un nutrito staff sanitario, con i medici che si sono subito presi cura dei due pazienti. Direzione, l’ospedale “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro e il reparto di Malattie infettive diretto dal primario Lucio Cosco, simbolo di settimane di lotta contro quel virus, il Covid-19, che ha causato una pandemia, costretto l’intero Paese a “chiudersi” nelle abitazioni, a cambiare in pochi giorni radicalmente il proprio stile di vita (e anche quello lavorativo) e a piangere la morte dei propri cari ma solo da lontano.

 UN MESSAGGIO DI SPERANZA L’arrivo dei due pazienti lombardi nella nostra regione – uno proveniente da Cremona e l’altro da Bergamo – si è reso necessario a causa dell’aumento considerevole dei contagiati in Lombardia e la sempre più ridotta disponibilità dei posti letto negli ospedali. Ma è anche uno degli esempi più belli della vicinanza e del rapporto fraterno di regioni diverse ma unite sotto la stessa bandiera e contro lo stesso nemico “invisibile”. Un messaggio di speranza a tutto il Paese ma che si scontra con i numeri: va registrata, infatti, la posizione del dirigente generale del Dipartimento regionale Tutela della Salute, Tonino Belcastro: «Siamo generosi e disponibili ma stiamo facendo sacrifici grossissimi per estendere i nostri posti letto, che sono pochi, e non possiamo purtroppo prendere altri pazienti», ha spiegato Belcastro in un’intervista al Tg3 Calabria. (redazione@corrierecal.it)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto