Coronavirus, il 17 aprile possibile azzeramento di nuovi casi in Calabria

A rivelarlo è uno studio statistico pubblicato dall’Istituto Einaudi per l’Economia e la Finanzia (Eief), basato sui dati forniti ogni giorno dalla Protezione civile

tampone coronavirus

ROMA Il periodo compreso fra il 5 e il 16 maggio potrebbe vedere il possibile azzeramento dei casi di coronavirus in Italia. È quanto emerge dai calcoli statistici pubblicati dall’Istituto Einaudi per l’Economia e la Finanzia (Eief), basati sui dati forniti ogni giorno dalla Protezione civile.

LE STIME Sulla base dei dati del 29 marzo sono state calcolate, inoltre, le stime per ciascuna regione dalle quali emerge che il 6 aprile il Trentino Alto Adige dovrebbe essere la prima regione a vedere l’azzeramento dei casi. Seguono il 7 aprile la Liguria, Umbria e Basilicata, e poi da Valle d’Aosta (8 aprile), Puglia (9 aprile), Friuli Venezia Giulia (10 aprile), Abruzzo (11 aprile),  Veneto e Sicilia (14 aprile), Piemonte (15 aprile) Lazio (16), Calabria (17 aprile), Campania (20), Lombardia (22), Emilia Romagna (28), Toscana (5 maggio).







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto