Assassinio di Lorena, il sindaco di Dasà espone il drappo bianco

La scelta di Raffaele Scaturchio nel giorno in cui a Favara, nell’Agrigentino, si terranno i funerali della ragazza. Ad uccidere la 27enne a Messina il suo compagno

Raffaele Scaturchio Dasà

DASA’ Il sindaco di Dasà, piccolo comune del Vibonese, ha esposto sul balcone del palazzo municipale un lenzuolo bianco in segno di partecipazione al dolore per Lorena Quaranta, la ventisettenne uccisa martedì scorso a Messina dal suo compagno Antonio De Pace, originario proprio del piccolo centro del vibonese (qui la notizia). La decisione del sindaco Raffaele Scaturchio è giunta nel giorno in cui a Favara, nell’Agrigentino, si terranno i funerali della ragazza. Scaturchio aveva manifestato tramite la prima cittadina di Favara il cordoglio verso la famiglia di Lorena e l’intera comunità. Lo stesso sindaco si era anche fatto latore del pensiero del parroco di Dasà don Bernardino Comerci il quale invitava a pregare per le due famiglie devastate dall’accaduto.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto