Falerna, coronavirus e solidarietà: donati oltre 800 kg di prodotti ai più bisognosi

Si tratta in particolare di generi alimentari raccolti da un hotel e un supermarket, già in distribuzione grazie al coordinamento delle Parrocchie di S. Tommaso D’Aquino e S. Antonio Abate, con l’aiuto dei volontari delle associazioni I Briganti del Mancuso e il Rotaract Del Reventino

Falerna coronavirus donazione

di Giorgio Curcio
FALERNA In piena emergenza da coronavirus e dopo quattro settimane di “lockdown” in tutto il Paese e in Calabria, si moltiplicano le iniziative solidali verso i più bisognosi che si aggiungono a quelle messe in campo dal Governo e dai Comuni. Accade così che a Falerna, sul litorale tirrenico calabrese, un noto hotel e un supermercato hanno donato oltre 800 kg di prodotti alimentari destinati alle famiglie in difficoltà del territorio. «Le iniziative di solidarietà – riferisce il Comune di Falerna – continuano ad assumere proporzioni sempre maggiori».

LE DONAZIONI In particolare l’hotel (una delle strutture ricettive più grandi del territorio falernese) ha donato oltre 450kg di prodotti alimentari tra cui pasta, farina, sottaceti, marmellate e confetture, caffè e orzo.Il supermarket, invece, ha donato oltre 350kg di prodotti alimentari che comprendono salsa di pomodoro, olio, pasta, farina, acqua minerale, succhi di frutta, biscotti e legumi in scatola. I prodotti alimentari – informa il Comune di Falerna guidato dal sindaco Daniele Menniti – sono già in distribuzione tra le famiglie che maggiormente stanno patendo la crisi causata dal COVID-19, l’attività è coordinata dalle Parrocchie di S. Tommaso D’Aquino e S. Antonio Abate sotto la direzione di Don Nahum Emilio e Don Biagio Palmeri con l’aiuto dei volontari delle associazioni I Briganti del Mancuso e il Rotaract Del Reventino che si occupano della consegna a domicilio a cui «va un sentito ringraziamento, nonché con il prezioso ed instancabile supporto del Comando dei Carabinieri di Falerna e dell’Associazione Fermare il Declino».

GIZZERIA L’iniziativa organizzata nel piccolo Comune di Falerna si aggiunge, ad esempio, alla “Spesa sospesa” organizzata nei giorni scorsi a Gizzeria e alla produzione autonoma ideata dall’amministrazione comunale. (redazione@corrierecal.it)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto