Operazione Altanum, Valle d’Aosta ammessa parte civile

Il Giudice dell’udienza preliminare di Reggio ha accolto la richiesta avanzata dalla regione. Il processo è in corso contro una cosca di ‘ndrangheta con diramazione nel nord Italia. Anche la città metropolitana e i comuni di San Giorgio Morgeto e Cittanova saranno parte civile

AOSTA Il gup del tribunale di Reggio Calabria ha ammesso la Regione Valle d’Aosta come parte civile nel processo relativo all’inchiesta per ‘ndrangheta Altanum.
Ammesse, tra l’altro, come parti civili, anche la città metropolitana di Reggio Calabria e i Comuni di San Giorgio Morgeto e Cittanova.
Nel luglio 2019 erano stati tre gli arrestati dai carabinieri nel Gruppo Aosta: Roberto Raffa (44 anni), Vincenzo Raso (67), entrambi residenti ad Aosta, e Vincenzo Raffa (43) residente a San Giorgio Morgeto, ritenuti responsabili di associazione di tipo mafioso.
Sono 18 gli imputati. L’inchiesta riguarda i dissidi e gli scontri tra i due gruppi storici di ‘ndrangheta di Cittanova e San Giorgio Morgeto, i Facchineri e i Raso, per il dominio della “locale” calabrese, e le diramazioni nel nord Italia. Dalla tentata estorsione di Giuseppe Facchineri all’impresario Giuseppe Tropiano, che ha realizzato il parcheggio pluripiano dell’ospedale Parini di Aosta, secondo i carabinieri è scaturito nel 2011 anche l’omicidio di Salvatore Raso, che aiutava il costruttore nella trattativa estorsiva.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto