MALEFIX | Silvia Provvedi dopo l’arresto di Giorgio De Stefano: «Non parlerò fino a fine indagini»

La showgirl rompe il silenzio sul fidanzato in manette. Un post su Instagram con una foto insieme alla figlia: «Al mio compagno rinnovo sempre di più il mio amore e la mia vicinanza»

Silvia Provvedi

MILANO Silvia Provvedi parla per la prima volta tre giorni dopo l’arresto del suo compagno, Giorgio De Stefano, avvenuto a pochi giorni dalla nascita della prima figlia. Giorgio De Stefano, detto Giorgino e soprannominato dalla showgirl “Malefix” è tra i 21 arrestati dell’operazione, battezzata proprio col nomignolo datogli dalla compagna, condotta dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria e coordinata dalla Ddda reggina contro le cosche De Stefano-Tegano e Libri, due delle storiche consorterie criminali del capoluogo. Giorgio, già Condello Sibio, è figlio naturale dello storico boss Paolo De Stefano, al quale dal 2017 è stato riconosciuto il cognome del padre. L’accusa è di associazione mafiosa col ruolo de «il più valido rappresentante delle propaggini operative della cosca De Stefano a Milano, dove si è trasferito negli ultimi tempi».
Silvia Provvedi decide di parlare e lo fa attraverso il profilo Instagram, con un messaggio accompagnato dalla sua foto insieme alla neonata: «Ritengo doveroso dover dire due parole alle tantissime persone che mi vogliono bene e che mi stanno esprimendo solidarietà. Vi ringrazio di cuore davvero tutti. Non parlerò più di questa triste vicenda che ha coinvolto me e tutta la mia famiglia fino alla conclusione delle indagini, perché penso sia una mancanza di rispetto nei confronti di una magistratura in cui ho sempre creduto e in cui credo tutt’ora. Al mio compagno Giorgio rinnovo sempre di più il mio amore e la mia vicinanza.
Grazie ancora a tutti vi abbraccio, Silvia».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto