Balneazione, punti non conformi ad Amantea, Fuscaldo e San Lucido. Ok Praia e Corigliano Rossano

Il dipartimento dell’Arpacal di Cosenza ha comunicato ai comuni i risultati delle analisi svolte il 15 luglio. Gli enti locali sono stati interessati per la risoluzione dei problemi. Inquinamento azzerato nelle località jonica e dell’Alto Tirreno

COSENZA Due esiti di non conformità per i controlli delle acque di balneazione svolte il 15 luglio scorso sono stati trasmessi questa mattina dal servizio tematico Acque del Dipartimento provinciale Arpacal di Cosenza al Comune di San Lucido ed al Comune di Fuscaldo.
L’esito non conforme per Fuscaldo si riferisce al punto denominato “150 m sx torrente Maddalena” con valori di Enterococchi Intestinali pari a 280 UFC/100 ml. (valore limite 200).
La non conformità di San Lucido, invece, si riferisce al punto denominato “Stazione FF.SS.” con valori di Enterococchi Intestinali pari a 430 UFC/100 ml. (valore limite 200).
Ad Amantea, l’esito dei prelievi di campioni di acqua di balneazione prelevati in data 16 luglio hanno evidenziato punti non conformi presso la stazione di campionamento denominata “200 mt sx Torrente Catocastro” con sforamento del parametro Enterococchi intestinali pari a 320 UFC/100 ml. (valore limite 200).
I Comuni, avvisa l’Arpacal, dovranno comunicare all’Agenzia le misure di gestione intraprese, come l’individuazione delle cause di inquinamento, i programmi d’intervento, la rimozione delle cause, nonché le relative ordinanze sindacali di divieto alla balneazione per i tratti indicati.
L’Arpacal precisa che la denominazione dei punti della campagna di balneazione, a volte individuati con nome di località o stabilimenti balneari/alberghieri, non è frutto di una scelta discrezionale Arpacal ma la codificazione dei punti per come stabiliti da Regione e Ministero della Salute.
Ritornano, invece, alla piena conformità e quindi saranno balneabili dopo le opportune revoche delle ordinanze sindacali, i tratti di costa dei comuni di Praia a Mare e Corigliano Rossano, in provincia di Cosenza, che nei giorni scorsi erano stati individuati come non conformi a seguito di controlli delle acque di balneazione.
Il Servizio tematico Acque del Dipartimento provinciale Arpacal di Cosenza, infatti, ha comunicato ai comuni di Praia a Mare e Corigliano Rossano, nonché a Regione Calabria e Ministero della Salute, che i controlli suppletivi eseguiti a Praia a Mare il 16 luglio e a Corigliano Rossano il 17 luglio, hanno dato esiti di conformità.
I punti interessati sono “Punta Fiuzzi” a Praia a Mare, in cui sia i parametri di Enterococchi intestinali e sia di Escherichia coli hanno dato valore zero, e “Faro Trionto” di Corigliano Rossano, dove anche qui , in cui sia i parametri di Enterococchi intestinali e sia di Escherichia coli hanno dato valore zero.
«Sarà cura dell’Arpacal – è stato infine notificato ai Comuni – effettuare ulteriori accertamenti analitici per come previsto dal D.L.gs 30 Maggio 2008, n. 116 – D.M. 30 Marzo 2010”.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto