“White Collar” proseguono gli interrogatori di garanzia davanti al gip

Gli avvocati difensori preparano il ricorso per il riesame della misura cautelare al Tribunale delle libertà di Catanzaro

CASTROVILLARI Proseguono gli interrogatori di garanzia dinanzi al Gip di Castrovillari dopo l’operazione “White Collar” messa a segno dalla Guardia di Finanza coordinata dalla procura di Castrobillari. Diversi gli indagati per i quali il gip ha disposto un’ordinanza di custodia cautelare che hanno deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere e per questo il collegio difensivo si prepara a discutere le istanze di Riesame al Tribunale della Libertà di Catanzaro. Nella mattinata di oggi, all’interno del Tribunale di Castrovillari, dinanzi al Gip sono comparsi: il dott. Antonio Aspirante, difeso dall’avvocato Francesco Nicoletti, che si è avvalso della facoltà di non rispondere; l’avvocato Francesca De Simone e il dottpr Vincenzo Anania, difesi rispettivamente dagli avvocati Giacinto D’Urso e Tatiana Novello, i quali hanno inteso rendere dichiarazioni. Tutti e tre gli indagati sono stati destinatari di ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione che ha riguardato presunte irregolarità poste in essere da alcuni professionisti delegati e curatori fallimentari nelle procedure di vendite giudiziarie immobiliari presso il Tribunale di Castrovillari. Gli interrogatori proseguiranno anche lunedì prossimo 3 agosto, poi si dovrà attendere la fissazione dell’udienza dinanzi al Tdl di Catanzaro per il riesame. Sono 16 i soggetti raggiunti da ordinanza di custodia cautelare (9 in carcere, 7 agli arresti domiciliari), indagati a vario titolo per associazione a delinquere finalizzata alle “turbative d’asta”, corruzione in atti giudiziari, rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio. 48, complessivamente, le persone coinvolte (32 sono indagate a piede libero) nell’inchiesta condotta dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Corigliano che, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, ha fatto emergere una presunta associazione a delinquere, ben strutturata e operante dal 2017, dedita all’illecita ingerenza nelle vendite giudiziarie immobiliari.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto