«Carabinieri sventano due tentativi di suicidio. Riconosciamo il merito»

Il segretario nazionale Sim Antonio Aprile esalta l’operato dei colleghi di Sellia Marina e di Rende. «Così si accresce l’ammirazione nell’Arma»

Carabinieri Crotone dpcm

CATANZARO È incessante il lavoro dell’Arma dei Carabinieri. Un impegno in prima linea non soltanto nelle operazioni investigative ma anche in quelle a presidio del territorio. Negli ultimi giorni, infatti, due equipaggi del reparto radiomobile hanno salvato due persone con intenti suicidi. Nello specifico, il pronto intervento dei carabinieri di una pattuglia del reparto radiomobile di Sellia Marina in provincia di Catanzaro e dei colleghi di Rende in provincia di Cosenza hanno evitato il peggio mettendo in salvo due uomini.
«Episodi come questi non possono che accrescere l’ammirazione della popolazione nei confronti dell’Arma dei Carabinieri – dichiara il segretario Sim Carabinieri Antonio Aprile -. Il carabiniere è un uomo, una donna, sempre pronto ed attento alla quotidianità dei cittadini e disposto a sacrificare la propria vita pur di salvarne altre. Abbiamo il bisogno di raccontare alla popolazione che, nonostante qualche nota negativa, siamo sempre gli stessi per il popolo e contro il malaffare e non ci fermiamo mai pur di assicurare la giustizia».
Il segretario nazionale di SIM Carabinieri Antonio Aprile, evidenzia anche che «considerate la modifiche introdotte dal Decreto Legislativo n.126 del 5 Ottobre 2018 riguardo la promozione per merito straordinario, proprio sul tema delle ricompense nei prossimi mesi avvieremo un tavolo tecnico a livello centrale con il Ministero dell’Interno ed il Ministero della Difesa, per trattare questo tema in riferimento a fatti specifici, come quelli sopra menzionati che, a mio parere, dovrebbero essere rapidamente premiati con una onorificenza o con la promozione per merito straordinario, vista l’ampia interpretazione che il decreto concede. In questa bellissima giornata in cui i colleghi hanno salvato due vite umane, non possiamo dimenticare che, spesso, appartenenti alle Forze di Polizia hanno dato la loro via per salvarne altre, quindi un grazie ai miei colleghi. L’impegno come Sim Carabinieri è quello di un prossimo confronto con la scala gerarchica affinché questi gesti vengano premiati sempre».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto