A Caccuri cittadinanza onoraria per Gratteri e Affidato

Iniziativa nelle attività del premio letterario a cui sia il magistrato che il maestro orafo hanno contribuito negli anni scorsi

CACCURI L’amministrazione comunale di Caccuri guidata dal sindaco Marianna Caligiuri ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria al magistrato antimafia e scrittore Nicola Gratteri e al maestro orafo Michele affidato. La cerimonia è prevista per il prossimo 23 settembre e si svolgerà nelle sale del Castello di Caccuri, sede del Comune.
L’iniziativa rientra nelle attività previste per la nona edizione del “Premio letterario Caccuri”, a cui sia il procuratore Gratteri che il maestro Affidato hanno dato negli anni il proprio contributo, il primo come scrittore e il secondo come artista. L’edizione di quest’anno è stata condizionata dallo scoppio della pandemia, infatti si terrà a dal 19 al 24 settembre e non in estate, come da tradizione. Gli organizzatori del Premio, infatti, parlando dell’edizione di quest’anno la definiscono “una vera e propria sfida, una scelta di resistenza culturale di fronte alle avversità e all’imprevedibilità del presente e del futuro”. La Torre d’argento, che sarà assegnata al vincitore, anche quest’anno è stata forgiata dal maestro Affidato.
Sono quattro i finalisti della nona edizione: Bianca Berlinguer con “Storia di Marcella che fu Marcello” (La Nave di Teseo); Alan Friedman con “Questa non è l’Italia” (Newton Compton); Renzo e Carlo Piano con “Atlantide, viaggio alla ricerca della bellezza” (Feltrinelli); Walter Veltroni con “Odiare l’odio” (Rizzoli).
Nel passato la torre d’argento è stata già assegnata, tra gli altri, a Pino Aprile, Francesco Caringella, Luisella Costamagna, Ferruccio De Bortoli, Franco Di Mare, Antonio Ereditato, Marco Frittella, Davide Giacalone, Maria Rosaria Gianni, Armando Massarenti, Salvatore Silvano Nigro, Gianluigi Nuzzi, Piergiorgio Odifreddi, Corrado Petrocelli e Alessandro Profumo.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto