Lutto nel giornalismo, scompare Letizia Mosca

La storica voce di Radio Popolare, calabrese, aveva 54 anni. Era impegnata anche nel sindacato

La giornalista Letizia Mosca, voce storica dell’emittente milanese Radio Popolare, è morta oggi dopo una battaglia durata molti anni con un tumore: aveva 54 anni. Era nata a Catanzaro il 26 gennaio del 1966. Era professionista dal 1997. Sposata con il collega del Corriere della Sera, Marco Persico, aveva due figli di 12 e 14 anni. Cronista eclettica, curiosissima, preparata, dal carattere sorridente e che ispirava simpatia, aveva una vocazione innata per la politica e il sindacato. Era stata eletta più volte nel Direttivo dell’Associazione lombarda dei giornalisti (Alg) e come delegata a diversi congressi della Fnsi e faceva parte della Commissione Contratto Aeranti-Corallo. «Viene a mancare un’amica e una figura di riferimento per il sindacato», la ha ricordata il presidente dell’Alg, Paolo Perucchini. Appena arrivata in Lombardia dalla Calabria nel 1987, a 21 anni, iniziò a collaborare subito a Radio Popolare quando la sede era ancora in piazza Santo Stefano. Tra i tanti temi nazionali il mondo del lavoro, la condizione femminile, i diritti delle persone fra cui la scuola e la salute. «La tua strada era quella delle lotte, le lotte sociali, del mondo del lavoro, del sindacato, e un giornalismo militante che non arretrava davanti a niente e nessuno», si legge nell’articolo a lei dedicato sul sito di Radio Popolare. «La redazione – pur sapendo della sua condizione che si era molto aggravata negli ultimi giorni – è rimasta sotto choc all’annuncio della sua scomparsa. Sarà ricordata in diverse trasmissioni e già in queste ore alla radio sono arrivate tante manifestazione di affetto e di cordoglio».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto