Gizzeria, entra nel seggio e minaccia di darsi fuoco: intervento provvidenziale dei carabinieri

Un 29enne di origini marocchine, nella serata di ieri, ha prima chiesto dei documenti, poi si è cosparso di benzina. Fondamentale l’arrivo dei Carabinieri della locale stazione e del comandante Pagano

GIZZERIA Tragedia sfiorata, ieri sera, a Gizzeria Lido, nel catanzarese. Nella sede del seggio elettorale, aperto per gli scrutini post elezioni, un uomo di origini marocchine di 29 anni, M.S., ha minacciato di darsi alle fiamme.
Secondo quanto ricostruito, l‘uomo sarebbe entrato nei locali dello stabile prima chiedendo dei documenti, poi si sarebbe cosparso di un liquido infiammabile.
Fondamentale è stato l’immediato e tempestivo intervento dei carabinieri della locale stazione e del comandante, Andrea Pagano, che dopo essere stato riconosciuto dal 29enne, è riuscito a farlo desistere dal compiere il folle gesto, facendosi consegnare in un secondo momento anche l’accendino.
Il 29enne, peraltro, soffrirebbe di malattie psichiatriche ed è gravato inoltre da precedenti penali, dopo aver trascorso 5 anni di detenzione nel carcere di Vibo Valentia.
Sul posto presenti anche gli uomini della GdF, già presenti per lo scrutinio in corso, e i carabinieri del Nucleo Radiomobile, oltre ai sanitari del 118 che hanno successivamente trasportato il 29enne presso l’ospedale di Lamezia Terme. (Gi.Cu.)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto