“Caso Corigliano Rossano”, il prefetto riunisce il comitato per l’ordine pubblico

La richiesta del primo cittadino fa seguito alla sequenza di gravi episodi registrati sin dai primi mesi del 2020 su tutto il territorio. «Gli eventi che turbano la serenità sociale della città chiamano le istituzioni a dover dare delle risposte»

CORIGLIANO ROSSANO Il prefetto di Cosenza ha convocato l’1 ottobre una riunione del comitato provinciale per l’ordine pubblico, richiesto dall’Amministrazione comunale di Corigliano Rossano.
Il sindaco Flavio Stasi ha scritto a Cinzia Guercio perché sin dai primi mesi del 2020 si sono registrati in città un numero impressionante, quasi a cadenza anche quotidiana, di auto incendiate. Un escalation preoccupante che ha indotto l’ente a rivolgersi al prefetto, il quale ha così deciso di riunire il vertice già per giovedì prossimo.
«La forte preoccupazione che si riscontra nella comunità cittadina a causa degli eventi delittuosi che turbano la serenità sociale della città chiamano noi istituzioni a dover dare delle risposte. Con spirito di collaborazione e con animo preoccupato, dunque, ritengo necessario verificare sinergicamente la possibilità di adottare misure adeguate con fine di fermare e prevenire tale nefasta successione. Solo la presenza dello Stato e la collaborazione istituzionale possono ripristinare le irrinunciabili condizioni di legalità ed infondere serenità nella vita dei cittadini», è scritto nella lettera di richiesta.
Gli episodi legati alle numerose auto incendiate hanno avuto il loro culmine nei giorni scorsi con un rogo che ha coinvolto undici vetture contemporaneamente in un parcheggio multipiano del centro di Rossano. Nelle scorse settimane, invece, a Corigliano atti del genere si sono registrati praticamente tutti i giorni.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto