La protesta di “Prendocasa”. «Decine di famiglie a rischio sfratto»

Il collettivo torna al Comune di Cosenza per protestare contro il blocco della voce di spesa relativa all’emergenza abitativa da parte dei revisori dei conti

COSENZA Ancora nessuna risposta alle famiglie che hanno diritto al contributo mensile di emergenza abitativa. La denuncia arriva dal collettivo “Prendocasa” che torna a Palazzo dei Bruzi, come si legge sui canali social, «a distanza di pochi giorni, in protesta nella sala che ospita i lavori del consiglio comunale».
Secondo quanto riferisce proprio Prendocasa, «la voce di spesa, relativa all’emergenza abitativa, a seguito della costante mobilitazione, era stata inserita dall’amministrazione nel bilancio di previsione, che poi il Ministero dell’Economia avrebbe dovuto giudicare.
I revisori dei conti del Comune di Cosenza hanno però bloccato questa pratica e attualmente decine di nuclei familiari si trovano a senza contributo e quindi a rischio sfratto.
Palazzo dei Bruzi attraverso l’assessore De Rosa aveva promesso di interpellare al Regione Calabria per la risoluzione della problematica ma al momento nessuna risposta e nessun atto concreto in questa direzione».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto