Crotone, Akrea si riorganizza. Pronta a ripartire la raccolta differenziata

La riorganizzazione delle attività richiede l’assunzione di altri 15 lavoratori, che saranno presi tra quelli che facevano parte dall’organico dell’ex Akros

di Gaetano Megna
CROTONE
Consegnati i primi mezzi per fare partire la raccolta differenzia nei primi quartieri della città pitagorica. Lo rendo noto Akrea, società in house che effettua la raccolta e il conferimento dei rifiuti a Crotone. I mezzi consegnati questa mattina sono un minicompattatore e una vaschetta compattatrice. I due mezzi saranno utilizzati nel quartiere periferico di Margherita, che presenta la situazione più critica rispetto al resto della città. Secondo quanto riferisce Akrea, «nelle prossime settimane è prevista la consegna di altri cinque automezzi che l’azienda ha noleggiato, con l’obiettivo di estendere la raccolta differenzia nei cosiddetti quartieri pilota. In questi quartieri si partirà nel prossimo mese di novembre». Già domani mattina a Margherita «inizieranno le operazioni di tracciamento per il posizionamento dei cassonetti, in collaborazione con i comitati di quartiere e con l’ausilio degli uffici comunali che si occupano del settore».

LA RIORGANIZZAZIONE L’avvio della differenziata richiede la riorganizzazione del servizio considerato che, sino ad oggi, Akrea ha effettuato esclusivamente la raccolta tal quale e il conferimento in discarica dei rifiuti e solo in minima parte la differenziata (cartoni e umido dei mercati). La riorganizzazione delle attività richiede l’assunzione di altri 15 lavoratori, che saranno presi tra quelli che facevano parte dall’organico dell’ex Akros, la società partecipata nata per fare la raccolta differenziata nella provincia di Crotone. Questa società è fallita e c’è stato un accordo sollecitato dai sindacati che, appunto, prevede il ricorso ai lavoratori ex Akros nel momento in cui l’Akrea parte con la raccolta differenziata.

I LAVORATORI Una prima trance di lavoratori (28) sono stati già acquisiti dall’Akrea al tempo in cui era sindaco Peppino Vallone. I 15 nuovi assunti saranno suddivisi in due squadre e avranno un contratto di quattro mesi. Alla forza lavoro dell’Akrea si aggiungono sei lavoratori ex ausiliari del traffico, già dipendenti dell’Azienda, che hanno dato la loro disponibilità ad impegnarsi nella raccolta degli ingombranti. La riorganizzazione del servizio riguarda anche gli ingombranti, che sono una spina nel fianco della città. La novità è rappresentata dal fatto che sarà istituito un numero verde per i cittadini, che devono smaltire questa tipologia di rifiuti. La partenza dell’attività della raccolta differenzia, voluta dal commissario prefettizio Tiziana Costantino, rappresenta una buona notizia per il neo sindaco Enzo Voce che, a questo punto, dovrà solo controllare che le attività vengano svolte secondo i crismi della legge e dell’efficienza. (redazione@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto