Coronavirus, chiusure e nuovi positivi. A Lamezia cresce l’apprensione

Continua a salire il numero dei positivi. Sospese le lezioni in una classe del liceo classico mentre resterà chiuso un pub dopo un caso accertato nello staff. Disposta la chiusura anche del Tribunale, della sede Inps e dell’Agenzia delle Entrate

di Giorgio Curcio
LAMEZIA TERME
Negli ultimi giorni il numero dei nuovi casi di positività al Covid-19 è cresciuto notevolmente e anche in modo preoccupante. E se la situazione è tuttavia e tuttora sotto controllo, a Lamezia Terme resta comunque alta l’attenzione e l’apprensione. I casi recenti registrati in città, infatti, hanno avuto conseguenze significative e che stanno creando anche qualche disagio alla cittadinanza.

LE SCUOLE A cominciare dalle scuole. Già da lunedì la dirigente Costantino dell’istituto “Einaudi” di Lamezia ha optato per la sospensione delle lezioni in presenza, dopo l’esito positivo di una insegnante e che ha accresciuto i timori di una possibile catena di contagi tra gli studenti della scuola lametina. Ma non è l’unico caso.
Nella tarda serata di ieri, infatti, è stato il dirigente del liceo classico “F. Fiorentino”, Cutuli, a disporre la chiusura momentanea della classe 5B, con l’attivazione della didattica digitale. Una decisione assunta dopo l’accertamento della positività di due genitori, e in attesa di ulteriori esiti che arriveranno dai tamponi nelle prossime ore.

LOCALE CHIUSO L’obiettivo principale è ovviamente scongiurare un eventuale “focolaio” tra i banchi di scuola ma non solo. A Lamezia i contagi hanno interessato anche altri settori che hanno a che fare direttamente con il pubblico. Attraverso il proprio profilo Facebook, un noto pub cittadino ha comunicato l’esito positivo al coronavirus di un membro dello staff. «Come da prassi – scrivono – lui e tutto lo staff è sottoposto a quarantena da oggi,ma già lo eravamo da lunedì. Assicuriamo, come avrete ben visto in questi giorni,che tutto lo staff ha sempre usato tutte le precauzioni ad oggi disponibili (mascherine,disinfettante, ecc) ma come prevede la situazione,consiglia di entrare in quarantena fiduciaria in attesa di comunicazione da parte dell’Asl».
Anche in questo caso c’è ovviamente apprensione, legata a doppio filo con la prudenza. I gestori del locale, infatti, hanno fatto sapere che consegneranno (come da prassi) i registri con tutti i contatti dei clienti che hanno frequentato il locale negli ultimi giorni, per procedere all’eventuale verifica.

TRIBUNALE E INPS Un caso positivo al Covid-19 anche nel Tribunale di Lamezia Terme che, da oggi, su disposizione del presidente f.f. Emma Sonni e dopo le sollecitazioni dell’avvocato Dina Marasco, resterà chiuso per avviare nelle prossime ore le operazioni di sanificazione dei locali, fatti salvi, attualmente, solo i presidi per le attività urgenti. Precedentemente era stata assunta la stessa decisione per la sede lametina dell’Inps. Qui, infatti, è stato registrato un caso positivo al Covid-19 e che riguarda un’operatrice sociale, che opera all’interno delle Commissioni di accertamento medico per l’invalidità civile. La sede resterà chiusa fino venerdì. Stessa situazione, infine, anche nella sede dell’Agenzia delle Entrate di Lamezia dopo il riscontro di un caso di positività al Covid.
Nuovi contagi, chiusure e decisioni repentine. A Lamezia cresce dunque la psicosi da coronavirus, in attesa di conoscere i prossimi esiti dei tamponi effettuati nelle ultime ore. La situazione però, allo stato attuale e numeri alla mano, è sotto controllo ma l’attenzione è altissima, sebbene dalle istituzioni nelle ultime ore non sia arrivata alcuna rassicurazione. (redazione@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto