Gom Reggio, «preoccupa la carenza di personale»

Il direttore sanitario Costarella lancia l’allarme: «Così è inutile attivare nuovi posti letto». Fp Cgil: «Senza nuove assunzioni l’emergenza Covid diverrà insostenibile»

REGGIO CALABRIA E’ la carenza di personale a preoccupare, nel Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria in relazione alla pandemia di Covid. I pazienti ricoverati ad oggi sono 20 in malattie infettive, 11 in pneumologia, e uno in terapia intensiva. Numeri ad di sotto della capacità della struttura reggina che nella Torre Covid, l’ala dell’ospedale dedicata esclusivamente ai contagiati, è di 20 posti di terapia intensiva, 20 di terapia sub intensiva, 13 di pneumologia e 16 di Obi (Osservazione breve intensiva) Covid.
Inoltre sta per essere attivato il terzo reparto. «Potremmo attivare anche cento nuovi posti letto, ma se non abbiamo il personale è del tutto inutile» ha detto il direttore sanitario del Gom Salvatore Costarella. L’allarme sulla carenza di personale è stato lanciato anche dal sindacato Fp-Cgil: «Senza nuove assunzioni per l’emergenza Covid la situazione diverrà insostenibile».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto