Dpcm, verso stop di bar e ristoranti e coprifuoco anche in Calabria

Didattica a distanza e smartworking per tutta la pubblica amministrazione. Sarebbero queste, da quanto si apprende, alcune delle misure a cui starebbe lavorando il Governo per le regioni ad alto rischio e con Rt superiore a 1,5. Quello calabrese è a 1,84

ROMA Bar e ristoranti chiusi anche a pranzo, negozi chiusi (tranne le farmacie, i tabacchi e gli alimentari), smart working per tutta la pubblica amministrazione, coprifuoco alle 18 e didattica a distanza dalla seconda media all’ultimo anno delle superiori. Sarebbero queste, a quanto si apprende, alcune delle misure a cui starebbe lavorando il governo per le regioni ad alto rischio: Lombardia (Rt a 2,01), Piemonte (1,99) e Calabria (1,84).

LE EVENTUALI MISURE Tra queste le principali prevedono la chiusura di bar e ristoranti nella fascia del pranzo, mentre resterebbero sempre consentiti la consegna e l’asporto. Le attività commerciali e di cura alla persona (tranne farmacie, parafarmacie, tabacchi e alimentari) chiuderebbero. Chiusi anche i musei. Nella Pubblica amministrazione si applica per intero lo smart working, eccezion fatta per i servizi pubblici essenziali. Si sta anche valutando anche il coprifuoco dalle 18, con possibilita’ di introdurre l’autocertificazione. Per quel che riguarda la scuola ci sarebbe l’obbligo di indossare sempre la mascherina. Le scuole superiori sarebbero tutte solo in didattica a distanza, così come le seconde media e terze medie. Solo le scuole elementari e la prima media resterebbero aperte in presenza. Una misura, dunque, ancora più dura rispetto a quanto era emerso nel corso della giornata (QUI LA NOTIZIA). 





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto