Traffico di droga a Catanzaro, obbligo di dimora per l’ex convivente di Vincenzo Talarico

Il gip ha deciso di sostituire la misura cautelare rimettendo in libertà la donna indagata nell’ambito dell’operazione “Oro Verde”

CATANZARO Il gip di Catanzaro, ha accolto l’istanza di sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari che era stata applicata a Tututa Ancuta Anamaria, assistita dall’avvocato Antonello Talerico, applicando la misura dell’obbligo di dimora nel comune di residenza. Tututa – che è indagata nell’ambito dell’operazione Oro Verde in materia di traffico e coltivazione di sostanze stupefacenti – aveva deciso di rispondere alle domande del gip nel corso dell’interrogatorio del 30 ottobre scorso. Il gip, scrive nella sua ordinanza, che sotto il profilo cautelare, la difesa della Tututa ha documentato la cessazione della convivenza con l’indagato Vincenzo Talarico, producendo la denuncia di maltrattamenti per cui pende un procedimento penale. Il gip ha quindi deciso di rimettere in libertà Tututa Ancuta Anamaria applicando alla stessa l’obbligo di dimora nel comune di residenza.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto