Covid, l’ospedale militare di Cosenza operativo da dicembre

Vi lavoreranno 8 medici e 12 infermieri. Il colonnello Tirico: «Saremo una sezione distaccata dell’Annunziata»

COSENZA Sarà operativo da dicembre l’ospedale da campo allestito dall’Esercito a Cosenza. Vi lavoreranno inizialmente otto medici e dodici infermieri, che in seguito potranno essere anche aumentati, a seconda delle esigenze, al fine di riuscire a coprire tutte le necessità che si presenteranno per l’ospedale dell’Annunziata. L’obiettivo è allentare la pressione sul pronto soccorso dell’ospedale principale della città.
«Lavoreremo in stretta sinergia con i colleghi dell’Annunziata, saremo una sorta di sezione distaccata dell’ospedale e la struttura ospiterà pazienti che hanno bisogno di un’assistenza continuativa». ha spiegato il colonnello medico Michele Tirico, anestesista e direttore dell’ospedale campale.
Se ci dovesse essere una terza ondata, e quindi un nuovo incremento dei contagi e dei ricoveri, il personale medico e infermieristico militare opereranno in continua sinergia. «Supporteremo al meglio il lavoro dei colleghi – ha detto ancora il colonnello Tirico – e cercheremo tutte le soluzioni possibili per stare al fianco della popolazione calabrese, e di Cosenza in particolare, offrendo il miglior sostegno possibile per contenere l’emergenza».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto