Calabrese in viaggio con 10 chili di cocaina

LAURIA Dieci chilogrammi di cocaina, che erano nascosti all’interno di un’autovettura, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza durante controlli effettuati nei pressi dello svincolo di Lauria Sud (Potenza) dell’autostrada…

LAURIA Dieci chilogrammi di cocaina, che erano nascosti all’interno di un’autovettura, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza durante controlli effettuati nei pressi dello svincolo di Lauria Sud (Potenza) dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria: il conducente, un uomo di origini calabresi, è stato arrestato. L’autovettura è stata controllata mentre viaggiava in direzione Reggio Calabria. La droga – secondo quanto si è appreso – era nascosta nelle cavità dei pannelli degli sportelli posteriori. Se immessi sul mercato del droga, avrebbero avuto un valore di circa due milioni di euro i dieci chilogrammi di cocaina sequestrati. Stamani, i particolari dell’arresto di un uomo di 39 anni – residente in un comune della Locride, con precedenti penali – sono stati forniti in una conferenza stampa nella Procura della Repubblica di Lagonegro (Potenza). Secondo le prime analisi, la droga – da cui si sarebbero potute ricavare circa 50mila dosi – aveva un grado di purezza del 75 per cento: sugli involucri di cellophane in cui era nascosta, c’era il simbolo di un ananas, «segno distintivo – hanno spiegato gli inquirenti – della provenienza dello stupefacente da una specifica area di produzione colombiana». L’uomo arrestato aveva cercato di ingannare il fiuto delle unità cinofile con diversi sacchetti di polvere di caffé, lasciati vicino alla cocaina. Ulteriori indagini – coordinate dal procuratore di Lagonegro, Vittorio Russo, e dal pm Francesco Greco – sono in corso anche per comparare la droga sequestrata in Basilicata con la cocaina scoperta durante altre operazioni in diverse regioni italiane.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto