«L’Hospice abbandonato dalle istituzioni»

REGGIO CALABRIA «Riscontriamo con autentica amarezza che nonostante le sollecitazioni e le iniziative poste in essere dal precedente direttore sanitario dell’Asp, Ermete Tripodi, la situazione dell’Hospice “Via delle Stelle”, continua a…

REGGIO CALABRIA «Riscontriamo con autentica amarezza che nonostante le sollecitazioni e le iniziative poste in essere dal precedente direttore sanitario dell’Asp, Ermete Tripodi, la situazione dell’Hospice “Via delle Stelle”, continua a permanere in una sorta di “stagnazione” istituzionale, a fronte di bisogni quotidiani e crescenti che prospettano gli operatori del centro, decine di famiglie e di ammalati colpiti da patologie particolarmente gravi». Lo afferma, in una nota, il presidente del gruppo di Forza Italia in consiglio regionale, Alessandro Nicolò.

«L’Hospice “Via delle Stelle” – aggiunge Nicolò – è stata la prima struttura sanitaria del genere istituita in Calabria, grazie al grande impegno di stimatissimi professionisti, riuscendo in tutto questo tempo a rispondere alle numerose richieste di aiuto e di assistenza e rimanendo spesso senza la certezza di uno stipendio, per la mancata corresponsione degli emolumenti che pregiudica persino l’acquisto dei materiali ospedalieri e degli approvvigionamenti necessari. Una situazione che era stata affrontata con fermezza dal dottore Tripodi, che aveva stipulato la convenzione necessaria con i rappresentanti dell’Hospice, per garantire la normale assegnazione dei fondi, inopinatamente accantonata dalla nuova giunta regionale».

«Credo che sia quanto mai urgente e necessaria – dice ancora Nicolò – la convocazione di una riunione tra le parti interessate, Hospice e nuova gestione dell’Asp, con l’obiettivo di superare definitivamente un’incomprensibile stasi amministrativa che sta ricadendo soprattutto sugli ammalati e le loro famiglie. Il reiterato richiamo degli operatori e del direttore sanitario, Vincenzo Trapani Lombardo, all’Asp e alla Regione non sembra, a tutt’oggi avere trovato il necessario ascolto. E non si conoscono le ragioni del mancato impegno di spesa per veicolare i flussi finanziari a garanzia del centro sanitario. Si sta assistendo alle solite forme di cinismo burocratico che incrinano la speranza e la dignità di pazienti e operatori».

«È dunque urgente – secondo il capogruppo regionale di Fi – che intervenga il nuovo commissario straordinario dell’Asp, Santo Gioffrè, per diramare le giuste direttive affinché la convenzione con l’Hospice sia resa operativa per costruire finalmente una condizione di normalità per le attività di questa struttura di eccellenza. È un quadro davvero scoraggiante che deve ricomporsi positivamente e nel rispetto delle esigenze dei pazienti, delle loro famiglie e degli operatori, la cui esperienza e professionalità è certificata dalla purtroppo incessante richiesta che sale da tante famiglie e persone particolarmente sofferenti».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto