Scarcerazione De Stefano, il figlio di Fortugno: «Disgusto e rabbia»

REGGIO CALABRIA «Provo disgusto e rabbia». A dirlo, riporta una nota, è stato Giuseppe Fortugno, figlio del vice presidente della Regione Calabria Francesco Fortugno, assassinato a Locri il 16 ottobre…

REGGIO CALABRIA «Provo disgusto e rabbia». A dirlo, riporta una nota, è stato Giuseppe Fortugno, figlio del vice presidente della Regione Calabria Francesco Fortugno, assassinato a Locri il 16 ottobre del 2005, intervistato da Klaus Davi per il programma KlausCondicio, parlando della scarcerazione di Paolo Rosario De Stefano.

De Stefano, presunto boss dell’omonima cosca della ‘ndrangheta è tornato in libertà nelle settimane scorse dopo uno sconto di pena di due anni per “meriti universitari”. Ha trascorso sei anni di carcere che hanno fatto seguito a quattro anni di latitanza. La vicenda ha provocato una interrogazione del segretario della commissione parlamentare antimafia Marco di Lello.

«Se la legge lo consente, purtroppo – ha aggiunto Fortugno – ne prendiamo atto. Certo c’è il disgusto e la rabbia, anche perché essendo io persona offesa per l’omicidio di mio padre, un po’ di rabbia la provo. È un sistema da rivedere».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto