Libera e i giovani della Piana in corteo per Melissa

POLISTENA Alcune centinaia di giovani hanno partecipato a Polistena a un sit-in promosso da Libera in memoria di Melissa Bassi, la studentessa sedicenne morta nell`attentato di ieri a Brindisi. Erano…

POLISTENA Alcune centinaia di giovani hanno partecipato a Polistena a un sit-in promosso da Libera in memoria di Melissa Bassi, la studentessa sedicenne morta nell`attentato di ieri a Brindisi. Erano presenti delegazioni degli istituti scolastici di tutta la Piana di Gioia Tauro, sindaci, organizzazioni sindacali e associazioni. I giovani di Libera che hanno partecipato alla manifestazione hanno sostenuto che «non si può morire entrando a scuola. Lo sconcerto e l`inquietudine per quanto è accaduto sono enormi. L`attacco alla scuola di Brindisi intitolata a Francesca Morvillo e Giovanni Falcone è un fatto di estrema gravità. Tutti, ma soprattutto i giovani, devono mettere in atto una reazione civile contro la violenza e il terrorismo». Don Pino De Masi, referente di Libera per la Piana di Gioia Tauro, ha sottolineato il fatto che «una bomba davanti a una scuola non era stata mai messa. Abbiamo visto bombe nelle banche, sui treni, ma mai nelle scuole soprattutto nell`ora in cui suona la campanella. Quel silenzio dopo la deflagrazione ci riguarda tutti perché è stato tradito ogni codice. Chi ha collocato quella bomba voleva uccidere non soltanto alcuni giovani, ma soprattutto la speranza che essi rappresentano». La manifestazione si è conclusa con la lettura di alcuni articoli della Costituzione e di alcuni brani di don Ciotti, don Milani e del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto