Reggio è la provincia italiana con più disoccupati

REGGIO CALABRIA La provincia italiana con il minor numero di occupati? Secondo l’Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro è quella di Reggio Calabria, dove su 100 persone ne risultano impiegate…

REGGIO CALABRIA La provincia italiana con il minor numero di occupati? Secondo l’Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro è quella di Reggio Calabria, dove su 100 persone ne risultano impiegate solo 37,1. Bolzano, invece, la “regina” delle per numero di occupati: il tasso di persone al lavoro è, infatti, del 72,7%. I dati sono presenti nel dossier dell’Osservatorio, illustrato oggi a Napoli nella giornata conclusiva del IX congresso della categoria professionale. Roma risulta al 57/mo posto.
La percentuale più cospicua di “neet” (l’acronimo anglosassone che indica i giovani under 29 che non lavorano, né studiano) della Penisola nel 2015 si è registrata nella provincia sarda di Medio Campidano (46,2%). Assai positiva, invece, la situazione a Bolzano: il tasso di ragazzi che non sono impegnati in alcun percorso professionale, o formativo si è fermato al 9,5%, segnando una differenza di oltre 36 punti percentuali e facendo sì che la provincia del Nord dello Stivale si attesti come la più virtuosa per capacità d’inserimento nel mercato del lavoro delle nuove generazioni.
Un tasso di neet superiore al 40% si registra anche nelle province di Cosenza (41,5%), Palermo (41,3%) e Catania (40%), così come valori elevati di questo indicatore si osservano anche a “Napoli (37,6%) che occupa il 10 posto fra le province con la quota di ragazzi senza impiego più alto. Valori inferiori al 13% sono, poi, individuati nelle province di Bologna (11,7%), Treviso (11,9%), Vicenza (12%) e Biella (12,8%).







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto