Una guerra di ‘ndrangheta insanguina il Canada

Una guerra di mafia che potrebbe avere radici che affondano in Calabria insanguina il Canada. I killer hanno colpito ad Hamilton, in Ontario. Angelo Musitano, 39 anni, membro di una famiglia…

Una guerra di mafia che potrebbe avere radici che affondano in Calabria insanguina il Canada. I killer hanno colpito ad Hamilton, in Ontario. Angelo Musitano, 39 anni, membro di una famiglia legata alla ‘ndrangheta, è stato assassinato davanti alla sua abitazione. Un assassino vestito di scuro ha aperto il fuoco sulla vittima che si trovava a bordo di un veicolo ed è poi fuggito. Per la polizia si tratta di un omicidio su commissione. Gli investigatori stanno esaminando le immagini di una telecamera a circuito chiuso, installata nell’edificio, così come le testimonianze di alcune persone che si trovavano nella casa.

VENT’ANNI DOPO Musitano era piuttosto noto nell’ambiente criminale canadese e i legami della sua famiglia con la criminalità organizzata calabrese sarebbero acclarati da anni, stando a quanto riferiscono fonti investigative citate dalla stampa locale. Il clan ha una lunga storia in Canada, dove si sarebbe stabilito negli anni 30. Domenic Musitano, padre dell’uomo ucciso, era uno dei boss più importanti della città fino alla morte per un attacco di cuore, avvenuta nel 1995. Angelo e suo fratello, invece, erano stati coinvolti nell’omicidio nel 1997 di un rivale, Johnny Papalia, figura importante dell’omonimo clan. Fu proprio il sicario a indicare i Musitano come mandanti, ma i due se la cavarono chiudendo un accordo con la Procura. Per loro soltanto 10 anni anni di carcere: tornarono liberi nel 2007. La polizia teneva d’occhio ancora d’occhio il boss ucciso perché sospettava fosse rientrato nel “giro” ma non aveva raccolto elementi sufficienza per giustificare un nuovo arresto. Non si esclude che l’assassinio possa essere una vendetta proprio per il delitto di Papalia, del quale ricorrono i vent’anni proprio nel mese di maggio. (ppp)

 







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto