Rossano, minacce di morte all’assessore De Simone

ROSSANO Intidimidazione all’assessore del Comune di Rossano Calabro Giovanni De Simone. Ne dà notizia un il circolo cittadino e il gruppo consiliare de “Il coraggio di cambiare l’Italia”, che esprimono solidarietà…

ROSSANO Intidimidazione all’assessore del Comune di Rossano Calabro Giovanni De Simone. Ne dà notizia un il circolo cittadino e il gruppo consiliare de “Il coraggio di cambiare l’Italia”, che esprimono solidarietà al membro della giunta Mascaro. «Da diversi giorni, infatti – prosegue la nota –, l’amministratore è destinatario di numerose invettive da parte di un ex dipendente della cooperativa Econatura, già affidataria del servizio di pulizia del verde pubblico della città. Non ultima, quella di ieri sera quando lo stesso operaio, in pubblico, avrebbe tentato un’aggressione proferendo palesi minacce di morte rivolte all’assessore».
«Siamo costernati – dice il coordinatore vicario cittadino del movimento, Gianfranco Gallo – per quanto accaduto all’amico De Simone. Un atto vile e ignobile rivolto a un amministratore che, sin dal suo insediamento, sta lavorando a servizio dei cittadini e nel solo interesse della città. C’è un problema di fondo – aggiunge Gallo –, che è determinato da una carenza cronica di lavoro e questo, sicuramente, porta ad atti esasperati, comunque e per nessun modo giustificabili, come quello di cui è stato vittima l’Assessore all’Ambiente. E non si possono – scandisce il coordinatore vicario – imputare colpe all’assessore all’Ambiente che, viceversa, sta lavorando in modo certosino per evitare il verificarsi di queste situazioni imbarazzanti ed al quale facciamo sentire forte la nostra vicinanza ed il nostro sostegno. Continuiamo sulla strada del cambiamento, senza farci intimidire. Un cambiamento che parte dal coraggio e da quell’impegno civico che impone di metterci la faccia, sempre. Anche in situazioni del genere dove un amministratore si è trovato, per forza di cose, a dover fare i conti con la dura realtà di un gruppo di persone senza lavoro». 
«Ribadiamo, ogni diritto giusto e sacrosanto – precisa ancora – si rivendica con civiltà. Perché la situazione sociale e lavorativa di chi avrebbe voluto tentare di risolvere la sua situazione con la violenza non è dissimile da altre situazioni, di suoi colleghi, che stanno affrontando il particolare momento con estrema dignità e ai quali va la nostra piena e totale solidarietà».
Intanto, sull’accaduto, sta indagando il commissariato di pubblica sicurezza di Rossano che stamani ha raccolto l’esposto dell’assessore De Simone e, proprio in queste ore, starebbe procedendo alla diffida dell’operaio che si sarebbe reso protagonista dell’atto intimidatorio.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto