Bregantini incoraggia Lucano: «Vai avanti»

CAMPOBASSO «Volevo innanzitutto incoraggiarti ad andare avanti, pur nel rispetto massimo della magistratura che deve fare il suo lavoro. Tante volte ai ragazzi della Locride ho detto una frase che…

CAMPOBASSO «Volevo innanzitutto incoraggiarti ad andare avanti, pur nel rispetto massimo della magistratura che deve fare il suo lavoro. Tante volte ai ragazzi della Locride ho detto una frase che ora desidero ripetere anche a te, ma l’avrai già sentita: il male è veramente male solo quando ci ruba il sorriso; finché il male resta fuori di noi lo possiamo combattere e vincere; resta un macigno quando ci ruba il sorriso, quando ci ruba la speranza». Lo ha detto il vescovo di Campobasso Giancarlo Bregantini al sindaco di Riace Mimmo Lucano nel corso di un collegamento via Skype realizzato dal mensile culturale “il Bene Comune” per un’intervista a due tra il sindaco e il vescovo. Bregantini da 10 anni è Arcivescovo metropolita di Campobasso-Boiano e da vescovo di Locri fu punto di riferimento spirituale per la rinascita di quei territori contro la ‘ndrangheta: anche da Campobasso ha continuato a seguire l’esperienza e lo sviluppo del piccolo comune calabrese e al telefono ha voluto rinnovare il suo sostegno e la sua solidarietà al sindaco Lucano che di recente è stato raggiunto da un avviso di garanzia in cui, sulla scorta di un’ispezione della Prefettura di Reggio Calabria, vengono ipotizzate a suo carico irregolarità nella gestione del sistema d’accoglienza locale. Lucano è stato invitato inoltre dalla Cgil del Molise per un’iniziativa che avrà luogo a Campobasso, centrata sulle aree interne e che si propone di attingere ai risultati fecondi dell’esperienza riaccese per un programma di valorizzazione e di rinascita dei borghi molisani dell’interno. 







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto