Cosenza, la Regione “stoppa” il fast food a piazza Bilotti

COSENZA L’ipotesi è quella della demolizione. Sembra essere questa la sorte del soppalco in acciaio realizzato nel locale che ospita il famoso fast food americano Mc Donald’s di Piazza Bilotti….

COSENZA L’ipotesi è quella della demolizione. Sembra essere questa la sorte del soppalco in acciaio realizzato nel locale che ospita il famoso fast food americano Mc Donald’s di Piazza Bilotti. Il genio civile della Regione Calabria informa non solo il comune e i vigili urbani della città di Cosenza ma anche la procura della Repubblica della costruzione (presunta) illecita che è stata realizzata negli spazi ricreativi gestiti dalla Bilotti Parking. Subito dopo l’esposto presentato dal consigliere comunale di opposizione Carlo Guccione e redatto dall’avvocato Gabriella Marini Serra sarebbe stata infatti riscontrata la presenza di un’opera abusiva nel fast food che si trova vicino al nuovo museo multimediale cittadino. Si tratta del soppalco realizzato in acciaio lungo 11 metri e largo 6, distante dalla zona calpestabile solo due metri e venti, e che durante il sopralluogo eseguito dai tecnici della Regione alla presenza anche dei rappresentanti comunali e dei vigili urbani è stato oggetto approfondito di studio e controllo. Come si rileva dal verbale datato 29 dicembre non è stato possibile arrivare il soppalco poiché sprovvisto di una struttura (una scala) che permetterebbe di raggiungerlo. La struttura violerebbe quindi anche quelli che sono i parametri della sicurezza sismica. Il dieci gennaio però è ancora la regione Calabria a respingere la richiesta di sanatoria presentata dalla legale rappresentante della Bilotti Parking, poiché trasmessa «Ex novo» e non in «sanatoria». Nella missiva inviata alla procura della Repubblica e firmata dal dirigente Antonio Cairo e dal funzionario Giuseppe Cirò (ex segretario del sindaco Mario Occhiuto) oltre alla demolizione viene richiesto che si paghino le penali previste dalla legge qualora si ravvisino delle irregolarità nella fase di costruzione. La Bilotti Parking aveva presentato la documentazione realizzazione del progetto, però non aveva aspettato l’ok degli uffici regionali. 

Michele Presta
redazione@corrierecal.it







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto