“Alias Nessuno” in mostra al Marca

Intervento permanente di Alex Pinna

Procede il ricco programma di valorizzazione della rete museale promosso da Ceilings, a cura di Simona Caramia, con la presentazione ufficiale di Alias Nessuno, intervento permanente di Alex Pinna, già visibile presso il Museo MARCA. Levità e sottigliezza caratterizzano tutta la ricerca dell’artista, i cui personaggi ed in particolare quelli realizzati in corda, parlano di una umanità in bilico, alla ricerca di un punto di equilibrio. Sono figure esili, fragili, ma anche eleganti nel loro equilibrio precario, che attraverso le spalle curve – per lo sforzo – o le lunghe gambe salde raccontano i drammi dell’esistenza. Seppur sintetizzati nelle loro forme minimali, gli uomini di Pinna comunicano con lo spettatore direttamente, per prossimità e immediatezza visiva; raccontano le ansie ed il peso delle problematiche quotidiane. Alias Nessuno si staglia come una linea retta contro il soffitto della prima sala del Museo MARCA, ribaltando il senso dello spazio: la testa leggermente inclinata in avanti, le braccia e le gambe in trazione, il corpo longilineo teso, ma morbido, modificano la percezione e la fruizione del luogo. L’opera diventa infatti il perno di tutto lo spazio, in dialogo con le sculture ottocentesche di Francesco Jerace, che la guardano e contemplano, in un gioco di sguardi e di rimandi tra di loro ed il pubblico. Alla fine, tutto convoglia verso l’alto, verso Alias Nessuno, che immobile, imperituro, teso in direzione dell’altezza massima – the ceiling, per l’appunto -, oltrepassa ogni limite fisico e visivo, riuscendo a far vibrare le corde emotive del pubblico e l’ambiente circostante.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto