Diritto e letteratura, presentata la sesta edizione del Festival di Palmi

Conferenza stampa a Palazzo Campanella. Irto: «Importante operazione di marketing culturale». Il presidente dell’associazione, Salvati: «Unico evento dopo i temi giuridici sono affrontati con un approccio artistico»

REGGIO CALABRIA «Oggi sono particolarmente contento dell’annuncio di questo Festival in una dimensione nazionale». Lo ha detto il presidente del consiglio regionale Nicola Irto nella conferenza stampa di presentazione, a palazzo Campanella, della VI edizione del Festival Nazionale di Diritto e Letteratura “Città di Palmi”, in programma tra Palmi e Reggio Calabria i prossimi 11, 12 e 13 aprile. «Tra tutte le iniziative che in questi anni ci sono state proposte o prospettate – ha aggiunto – abbiamo capito subito la portata e la prospettiva di questo evento. Si è riusciti con il Festival del Diritto non solo non solo riconoscere alla città di Palmi la storica portata culturale che le spetta, ma soprattutto riusciamo ad esportare cultura, esportare una riflessione, ancora più necessaria in un’epoca in cui serve creare una coscienza critica, avere la competenza, lo studio. Ma è anche una importante operazione di marketing culturale che ci consente di rappresentare la Calabria, fuori dai confini regionali con un qualcosa di positivo, esportando un luogo non fisico, uno spazio aperto in cui discutere in maniera innovativa del diritto legandolo alla letteratura». «Questo è l’unico festival a livello nazionale nel quale si trattano temi giuridici attraverso opere letterarie, canzoni, quadri, libri, con un approccio artistico» ha spiegato il magistrato Antonio Salvati, presidente dell’Associazione Amici del Festival nazionale di Diritto e Letteratura nella conferenza stampa di presentazione a palazzo Campanella. Tema della VI edizione, il gioco. «Un tema – ha detto Salviati – che viene declinato attraverso libri, romanzi, testi, ed in tutte le possibili forme. È una disciplina che ormai ha dignità e rango universitario. Diritto e letteratura è materia di insegnamento in quasi tutte le Università italiane. Il nostro merito è stato quello di avere costruito un evento senza però limitarlo solo ai cosiddetti addetti ai lavori. Sarà un evento aperto a tutti. E quest’anno l’obiettivo è quello di esportare il format, non soltanto portare tanta cultura qui in Calabria, ma portare tante cultura dalla Calabria al resto d’Italia. Quest’anno avremo ospiti studenti delle scuole superiori di Milano, Genova, Torino e Napoli ed altre città hanno chiesto di prenotarsi». Confermata la partnership con il Comune di Palmi, con il consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palmi e con il Cred dell’Università Mediterranea. A realizzare il Festival sarà infatti la neonata Associazione presieduta dal magistrato Antonio Salvati, ideatore della kermesse, affiancato dal vicepresidente e coordinatore scientifico Daniele Cananzi, associato di Filosofia del Diritto all’Università Mediterranea di Reggio Calabria e direttore del Cred – Centro di Ricerca per l’Estetica del Diritto. Presenti alla conferenza stampa, anche il sindaco di Palmi Giuseppe Ranuccio e l’assessore alla cultura dello stesso comune Vladimiro Maisano.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto