“Come un’anomalia”, il tributo a De Andrè arriva a Reggio Calabria

Reggio Calabria si prepara ad accogliere “Come Un’anomalia. Vent’anni senza Fabrizio De André”, lo spettacolo che celebra il cantautore genovese scomparso nel 1999. Due ore di performance, una scaletta di…

Reggio Calabria si prepara ad accogliere “Come Un’anomalia. Vent’anni senza Fabrizio De André”, lo spettacolo che celebra il cantautore genovese scomparso nel 1999. Due ore di performance, una scaletta di oltre venti brani affidati a nove tra musicisti e cantanti e poi ancora i testi recitati, a dare coerenza teatrale all’insieme. “Come Un’Anomalia…” andrà in scena al Parco Ecolandia di località Arghillà venerdì 28 giugno con inizio alle 20:45. La città dello Stretto è la quarta tappa del tour calabrese che finora ha sempre fatto registrare il tutto esaurito al botteghino.
«Probabilmente – spiega Marcello Barillà, reggino di nascita e coautore insieme con Salvatore Emilio Corea – il favore del pubblico è arrivato grazie a una scelta precisa che abbiamo fatto sin dall’inizio. De André è sicuramente un nome che già di per sé è in grado di attirare la gente. A noi però non interessava allestire un concerto di cover ma qualcosa d’altro che, sposando tanta musica e dei testi recitati, mettesse in luce con l’uniformità del racconto teatrale la formidabile attualità di quello che De André ci ha lasciato, che non sono solo canzoni che hanno fatto storia ma è anche politica, insegnamenti, etica, visioni del mondo. Una scelta, la nostra, che alla fine si è rivelata giusta, anche perché compiuta con molta umiltà e tutto il doveroso rispetto verso il grande artista».
“Come un’anomalia…” è una produzione di Edizione Straordinaria-Compagnia del Teatro di MU, sodalizio con oltre trent’anni di attività alle spalle e vanta un cast adeguato alle ambizioni dello spettacolo. Oltre alle voci di Salvatore Emilio Corea (che cura anche la regia) e Marcello Barillà (quest’ultimo anche alla chitarra), vi fanno parte Alessandro Ansani (piano, tastiere, “Fender Rhodes”, melodica e chitarra classica), Annamaria Schipani (violino), Christian Buffa (basso e contrabbasso), Massimiliano Rogato (chitarre) ed Emanuele Russo (batteria e percussioni). Due gli special guest nella parte musicale: Boto Cissokho, “griot” senegalese, con la sua Kora (strumento tradizionale della cultura Mandinka) e Maria Carmen Mendolia, la giovane cantante reduce dalla vittoria del primo premio al Festival della Canzone Italiana di New York, prestigioso concorso canoro organizzato dall’Associazione Culturale Italiana che opera nella “Grande Mela”. Infine, gli attori della Compagnia del Teatro di MU: sono in scena Claudia Olivadese, Emanuela Gemelli e Gianpaolo Negro.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto