Letteratura, Premio Sila ’49 a Claudia Durastanti

Per la sezione Economia e Società premiato Luigi Ferrajoli. Riconoscimento alla carriera a Giovanna Marini

COSENZA Claudia Durastanti con La straniera (La nave di Teseo) è la vincitrice della sezione Letteratura del Premio Sila ’49 giunto alla sua VIII edizione. Durastanti, già finalista dell’edizione 2019 del Premio Strega, si è imposta sugli altri finalisti che erano Francesco Pecoraro con Lo stradone (Ponte alle Grazie), Francesco Permunian con Sillabario dell’amor crudele (Chiarelettere), Andrea Pomella con L’uomo che trema (Einaudi) e Nadia Terranova con Addio fantasmi (Einaudi). La giuria che ha annunciato i vincitori ha premiato per la sezione Economia e Società Luigi Ferrajoli, professore emerito di Filosofia del diritto nell’Università Roma Tre, con il libro Manifesto per l’uguaglianza (Laterza). Il Premio alla carriera è andato alla musicista e ricercatrice etnomusicale Giovanna Marini che sabato 30 novembre terrà una lectio magistralis dal titolo “Dalla campagna alla città”. I riconoscimenti verranno consegnati a Cosenza nelle sale di Palazzo Arnone venerdì 29 e sabato 30 novembre 2019.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto