Tre T per il primo venerdì di luglio

COSENZA “This Time Tomorrow” è un sogno che nasce da lontano e che si realizza in una delle cornici più suggestive dell’hinterland cosentino: il Parco del Ninfeo di Vadue di…

(artwork by Roberto Gentili)

COSENZA “This Time Tomorrow” è un sogno che nasce da lontano e che si realizza in una delle cornici più suggestive dell’hinterland cosentino: il Parco del Ninfeo di Vadue di Carolei. Otto gruppi che si avvicendano su due palchi fra mostre, dj set e area banchetti. I ragazzi di “Turnover” sono cresciuti e mettono a frutto una crescita progettuale lunga almeno dieci anni – fra produzioni discografiche e concerti dal vivo – mettendo sul piatto una delizia attesa da tutti gli amanti calabresi della musica: un festival come si deve.
Line up di tutto rispetto e pensata per accontentare diverse tribù di fan, con il post-rock classico che si alterna all’elettronica e alle sperimentazioni sonore. Con le chitarre dei catanesi Tapso II e i suoni creati dal veneziano Yakamoto Kotsuga, per arrivare ad Andrea Mangia, capace di partire da Lecce e convincere la Morr Music (Notwist, Manual, Lali Puna…) a pubblicare i suoi dischi e al gruppo culto degli Uzeda, la band catanese che fa impazzire Steve Albini e che non riesce a sfondare in Italia. Anche la comunità musicale locale è ben rappresentata: suoneranno gli Snapshot, gli Electric Floor, The Cult Of Fluxus e White Socks. Tutti insieme appassionatamente per una giornata – venerdì 4 luglio – all’insegna della musica. Per ora l’annuncio, “Turnover” fa sapere di avere altre sorprese in caldo per chi si presenterà al Parco del Ninfeo. (0070)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto