Paolo Mieli chiuderà la 47esima edizione del “Settembre rendese”

RENDE Sarà lo storico e giornalista Paolo Mieli, ex direttore di “Stampa” e “Corriere della sera” e oggi di Rcs Libri, a chiudere la 47esima edizione del “Settembre rendese”: relazionerà…

RENDE Sarà lo storico e giornalista Paolo Mieli, ex direttore di “Stampa” e “Corriere della sera” e oggi di Rcs Libri, a chiudere la 47esima edizione del “Settembre rendese”: relazionerà al convegno, dedicato al Risorgimento, in programma per il 29 settembre.
Il calendario delle iniziative culturali e musicali nella cittadina alle porte di Cosenza, invece, si concentrerà tra lunedì 12 (apertura alle 21 in piazza degli Eroi, nel centro storico, con il jazz del Roberto Gatto trio) e venerdì 23 settembre (con l’ultimo film proiettato al Museo del presente, inizio alle 18).
Tutte le iniziative prevedono l’ingresso gratuito, mentre per i live si conferma la formula itinerante: mercoledì 14, alle 21 in piazza Matteotti, Dario Brunori presenterà il suo nuovo album “Poveri cristi” duettando con Peppe Voltarelli. «Faremo in tutto 4 pezzi insieme – ha anticipato il cantautore cosentino, presente alla conferenza stampa di stamattina in una pausa del tour che lo sta portando in giro per l’Italia – e per me è un onore perché sono un fan del Parto delle nuvole pesanti», band in cui Voltarelli non milita più.
Due giorni dopo, stesso orario ma location diversa (piazza Rossini), toccherà ai Tiromancino.
«Anche con poche risorse si può fare un buon cartellone. A Reggio Calabria sono stati spesi non so quanti milioni per eventi effimeri – ha affermato l’assessore comunale alla Cultura, Cesare Loizzo –. Senza accavallamenti proporremo un festival indirizzato a tutta l’area urbana. In giro c’è troppa improvvisazione. Festival che sembrano piuttosto sagre di paese non hanno alcun senso». Al tavolo anche il direttore artistico della rassegna, Giuseppe Tuscolano, e il sindaco di Rende Vittorio Cavalcanti, che ha annunciato l’inaugurazione, a breve, di una piazza intitolata all’Unità d’Italia, tema del “Settembre rendese 2011”.
Un occhio sarà rivolto alla ricerca, con l’iniziativa che partirà martedì 20 alle 18 al Museo del presente a cura del Cnr. “Light 11”, questo il nome dell’evento che si inserisce nella “Notte dei ricercatori”, vedrà l’esibizione di gruppi teatrali e musicali e anche dei momenti d’intrattenimento per i più piccoli.
Il Museo del presente sarà, inoltre, teatro della mostra (dal 12 al 30 settembre) del pittore rendese Luigi Magli, docente di pittura all’Accademia di Belle arti di Catanzaro, e della rassegna cinematografica “Il tricolore dietro la cinepresa” (dal 12 al 23) a cura di Mattia Argieri: un quarto di secolo della storia italiana attraverso i capolavori del neorealismo e della commedia, da “Roma città aperta”(1945) a “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” (1970).
Lunedì 19, invece, sempre negli spazi espositivi del museo rendese, alle 18 partirà “Una notte al museo”.
In scaletta anche il concerto della band femminile “Le rivoltelle” (giovedì 15 alle 21 in piazza Lourdes), reduce da un tour che nei giorni scorsi ha toccato anche Berlino, e dell’ex leader dei “De novo” Luca Madonia (sabato 17 alle 21 in piazza Santo Sergio), della scuola di Franco Battiato e con collaborazioni da Carmen Consoli a Mario Venuti, prima del successo “L’alieno” all’ultimo Sanremo, dove si è classificato quinto. Per il teatro, domenica 18 alle 21 in piazza degli Eroi “Galla Placidia”, di e con Isabel Russinova.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto