Da Catanzaro a Roma, Altrove presenta “Abstractism”

CATANZARO Quando è nata Altrove a Catanzaro, l’obiettivo dei suoi fondatori Vincenzo Costantino e Edoardo Suraci è stato fin da subito quello di promuovere opere pubbliche murali, dando voce a…

CATANZARO Quando è nata Altrove a Catanzaro, l’obiettivo dei suoi fondatori Vincenzo Costantino e Edoardo Suraci è stato fin da subito quello di promuovere opere pubbliche murali, dando voce a un’intera generazione. Un nuovo modo di vedere e vivere la città.
L’Altrove Festival in due anni ha saputo coinvolgere moltissimi artisti, tutti diversi tra loro. Tutti, però uniti dalla stessa scelta: portare in strada il proprio pensiero, il proprio sentire in maniera astratta attraverso l’analisi del territorio, dei luoghi. Un’analisi che ha prodotto più di quaranta murales nel capoluogo calabrese.
L’idea che l’arte debba essere pubblica è diventata via via sempre più concreta. La missione che le è stata affidata è stata quella di dare nuova vita ai centri urbani, ormai sempre più spenti e monotoni. E i ragazzi di Altrove ci sono riusciti bene. Hanno lasciato la base catanzarese, per risalire fino a Roma. Lo scorso sabato, infatti, hanno presentato alla Galleria Varsi della capitale il progetto di ricerca sul muralismo d’avanguardia italiano ed europeo. “Abstractism”, una mostra collettiva che ha visto esposte le opere realizzate nell’arco di due anni durante il loro festival.
La forza e la bellezza delle esposizioni hanno generato una rete di connessioni, di visioni, di domande e stimolato risposte da parte dei numerosi partecipanti all’evento. Un successo che non fa che confermare la capacità di Altrove di indagare e cogliere lo spirito artistico del nostro tempo. “Abstractism” è il ponte tra presente e passato. Un passato che non può essere ignorato, ma rielaborato attraverso l’innovazione artistica che supera i confini territoriali, puntando a un’estensione globale.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto