Dl Dignità, Mazzuca: «Rallenterà la ripresa calabrese»

Il presidente di Unindustria contro il decreto varato dal governo: «Servono azioni per migliorare le condizioni di contesto»

COSENZA «In un territorio già difficile come il nostro, il decreto legge Dignità del nuovo Esecutivo non aiuterà le nostre imprese e non appare orientato a sostenere ed irrobustire i timidi segnali di ripresa che si stanno manifestando nella nostra regione». Lo ha detto il presidente di Unindustria Calabria, Natale Mazzuca (nella foto), presiedendo i lavori del Consiglio direttivo della sede territoriale di Confindustria Cosenza. «La Calabria e il Meridione – ha aggiunto Mazzuca – hanno bisogno di regole tese ad incoraggiare i processi di sviluppo. Gli ultimi dati di Banca d’Italia certificano dei leggeri passi in avanti, purtroppo ancora ampiamente insufficienti a colmare i divari che si sono aperti con la grande crisi. Motivo per il quale l’azione del Governo non può essere mirata verso piani che tendono a rallentare i percorsi di sviluppo in itinere, penalizzando le imprese impegnate in questa non facile azione di ripartenza. Quello che serve sono azioni mirate a migliorare le condizioni di contesto e che puntino a favorire l’innovazione a supporto delle aziende e del sistema produttivo e la commercializzazione e la conquista dei mercati esteri per le nostre aziende con produzioni eccellenti e più strutturate».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto