Cosenza, sottoscritto accordo tra Confindustria e sindacati

L’intesa, prevista dal Piano nazione industria 4.0, è finalizzata alla formazione per acquisire o consolidare le conoscenze delle tecnologie. Mazzuca: «Tema imprescindibile per la crescita delle imprese»

COSENZA È stato sottoscritto l’accordo territoriale tra Confindustria Cosenza e le segreterie di Cgil, Cisl e Uil finalizzato alla fruizione del credito d’imposta a favore delle imprese che svolgano attività di formazione per acquisire o consolidare le conoscenze delle tecnologie, previste dal Piano nazionale Industria 4.0. Lo riferisce un comunicato stampa di Confindustria.
«Nel solco delle previsioni nazionali – si legge nella nota -, si è inteso definire a livello territoriale un quadro di regole condivise, che orientino l’attività negoziale in materia, attraverso uno specifico protocollo siglato dal Responsabile delle Relazioni Industriali di Confindustria Cosenza e dai Segretari provinciali della triplice sindacale. Il Piano industria 4.0 consente di beneficiare di un credito di imposta per le attività di formazione finalizzate ad acquisire o consolidare le conoscenze delle tecnologie negli ambiti dell’informatica, delle tecniche e tecnologie di produzione e della vendita e marketing, nella misura del 40% delle spese relative al solo costo aziendale del personale dipendente ed entro un tetto massimo di 300.000 euro per beneficiario». «Tutte le imprese – prosegue la nota – potranno far riferimento alla sede dell’associazione degli industriali di Cosenza per poter accedere ai benefici e strumenti previsti dal Piano industria 4.0 in materia di formazione. Le imprese aderenti anche a Fondimpresa potranno, in aggiunta, ricorrere alle misure dedicate dal Fondo interprofessionale di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil, per la formazione finanziata dei propri lavoratori. L’accordo territoriale consente agli imprenditori interessati attraverso una procedura dedicata, di aver riscontri immediati in merito alle condivisioni delle parti sociali dei percorsi formativi ed uno snellimento degli adempimenti amministrativi, per agevolare, nella misura più ampia possibile, lo sviluppo delle aziende e la crescita delle competenze dei lavoratori, con positive ricadute anche in termini di futura occupazione. Soddisfazione è stata espressa dai segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil, che ritengono l’investimento nel capitale umano e lo sviluppo del patrimonio di conoscenze dei lavoratori elementi essenziali per un sempre maggior radicamento sul territorio di attività ad alto valore aggiunto e per uno sviluppo costante della Calabria».
«Il tema dell’innovazione – dichiara il presidente di Unindustria Calabria e Confindustria Cosenza Natale Mazzuca – è imprescindibile per la crescita delle imprese. La formazione è una delle ricette fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi di riposizionamento delle aziende nel moderno scenario di mercato. Con il sostegno dell’associazione degli imprenditori e la condivisione dei rappresentanti dei lavoratori, si potranno utilizzare al meglio gli strumenti previsti dal Piano industria 4.0. Un utile supporto potrà essere garantito dal Digital innovation Hub Calabria, costituito da Unindustria Calabria con le tre Università calabresi (Unical, Magna Graecia e Mediterranea), Regione Calabria, Confindustria Digitale ed il Cluster Fabbrica Intelligente».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto