“Patto per la crescita”, firmata l’intesa a favore dei giovani imprenditori

Unicredit, Confindustria Catanzaro e l’Università Magna Graecia siglano un accordo per stimolare la creazione di nuovi progetti

CATANZARO UniCredit, Confindustria provinciale e Università degli Studi Magna Grecia hanno sottoscritto a Catanzaro il “Patto per la crescita della Calabria”. L’obiettivo dell’intesa, riporta un comunicato, «è quello di stimolare la nascita di nuovi progetti imprenditoriali giovanili, in particolare legati ad Industria 4.0, e di favorire lo scouting di aziende e di spin off universitari, con l’impegno delle parti a realizzare una serie di azioni congiunte finalizzate a favorire la riqualificazione di competenze 4.0, a supportare le aziende della regione nella realizzazione di investimenti e a sostenerle nel loro percorso di crescita».
Riccardo Broggi, Area Manager Retail Calabria Sud di UniCredit, ha illustrato i contenuti del “Patto” e poi ha preso parte ad una tavola rotonda. «Diventa ormai sempre più evidente – ha detto il rettore dell’ateneo catanzarese, Giovambattista De Sarro – l’importanza della terza missione dell’Università ossia la capacità di aprirsi al territorio e all’impresa, attraverso la valorizzazione e il trasferimento tecnologico delle conoscenze sviluppate in ambito accademico. È questo è quello che il nostro ateneo ormai fa da anni e che oggi ulteriormente si potenzia e rafforza con la sottoscrizione di questo Patto, che grazie alla sinergia tra il nostro Ateneo, Unicredit e Unindustria, mira a diffondere una nuova cultura imprenditoriale tra i giovani».
«Gli strumenti a sostegno delle nuove iniziative imprenditoriali in Calabria – ha sostenuto il presidente di Confindustria Catanzaro, Daniele Rossi, vice presidente dei Confindustria Calabria – meritano sempre grande attenzione. In questo caso, la partnership con UniCredit e con l’Università Magna Grecia è per il mondo confindustriale garanzia di qualità della proposta oltre che di capacità di analisi e valutazione preventiva del rischio d’impresa dei progetti da finanziare. Si tratta di aspetti determinati nel definire le prospettive di una start-up o di una spin-off, che in molti casi, ahimè, non sopravvivono all’avviamento, ai primi cinque anni di vita. Confindustria guarda quindi con grande attenzione alla nascita di nuove idee imprenditoriali di qualità, imprese che proprio per le capacità dei loro ideatori possono contare su un alto valore aggiunto e quindi su grandi potenzialità non solo sul mercato locale, ma soprattutto su quello globale. Il tessuto imprenditoriale calabrese ha bisogno di crescere in quantità e qualità: oggi sottoscriviamo un documento capace di sostenere realmente questa evoluzione».
«Con la firma di oggi – conclude il comunicato – continua anche in Calabria il Roadshow che UniCredit sta portando avanti al Sud, con l’obiettivo di avviare le attività operative previste dall’accordo firmato oggi anche con tutte le restanti associazioni territoriali di Confindustria e con gli altri atenei del Mezzogiorno e della Calabria».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password