A Cosenza presentata la prima società calabrese di assistenza aerea

Nella sede di Confindustria i vertici di “Isca Aircraft Maintenance” con base logistica a Lamezia. L’amministrare unico Russo: «Primi in assoluto per il Sud»

COSENZA «La nuova realtà aziendale che prende il volo dal sud». È stato questo il titolo dell’evento, svoltosi nella sede di Confindustria a Cosenza, nel corso del quale è stata presentata la prima impresa calabrese specializzata in assistenza e manutenzione tecnica degli aeromobili di linea. La “Isca Aircraft Maintenance” è il frutto della passione per l’aviazione e della competenza trentennale e certificata di esperti del settore che hanno deciso di localizzare la loro azienda in Calabria, con sede nell’aeroporto di Lamezia. «L’azienda è già sul mercato – è detto in un comunicato di Confindustria Cosenza – ed assiste varie compagnie aeree, garantisce interventi immediati sugli aeroporti di Calabria e Sicilia grazie alle officine mobili e interviene, su richiesta, su tutto il territorio nazionale».
«Siamo i primi in assoluto per il Sud – ha dichiarato l’amministratore unico Maddalena Russo – in un settore che è di nicchia, con un target di qualità altissimo. Isca è un’azienda che si occupa di manutenzione, accurata e costante, sugli aerei di linea». Oltre a Russo all’evento erano presenti i soci Giacomo Aversa e Maurizio Rossano. Ai lavori, aperti dal saluto di Rosario Branda, direttore di Confindustria Cosenza, hanno partecipato Fortunato Amarelli, neopresidente di Confindustria Cosenza, ed il consigliere regionale Giuseppe Giudiceandrea. «Oggi parliamo di buona imprenditoria e la Calabria – ha detto il presidente Amarelli – ha una forte capacità di attrarre imprese. E questo grazie soprattutto alle competenze dei nostri giovani, che sono una delle prime risorse. Quando si impiantano aziende di questa validità i risultati positivi sono destinati ad aumentare, perché certamente nascerà un indotto di aziende locali».
«Rapidità, capacità di problem solving, uso delle tecnologie più innovative e soprattutto affidabilità e rispetto rigoroso degli standard di qualità richiesti in un settore delicato perché collegato alla sicurezza dei passeggeri, come hanno spiegato i componenti del management di Isca durante l’incontro, sono le basi – è detto ancora nel comunicato – sulle quali hanno deciso di edificare la loro impresa in un territorio ricco di potenzialità di crescita e sul quale si vogliono far ricadere gli effetti positivi di un’azienda che non nasconde l’ambizione di diventare leader nel settore». A concludere i lavori Francesco Russo, vicepresidente della Regione e assessore alla Programmazione Nazionale e Comunitaria, nonché ordinario di Ingegneria del Trasporti dell’Università di Reggio Calabria. «La Calabria in tutto il mondo del trasporto aereo – ha sostenuto Russo – può partecipare ad alto livello perché il fatto di essere marginali e non avere ferrovie di qualità ci obbliga a tenere gli aeroporti efficienti. E per farlo diventiamo punto di riferimento del traffico aereo nazionale e internazionale. Dunque, avere una filiera completa sul territorio consente al trasporto aereo della nostra regione di fare un salto qualitativo importante».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto