Vibo, la Camera di commercio diventa sede dell'”Universitas Mercatorum”

Soddisfatto il presidente Caffo: «così rafforziamo il collegamento tra l’Ente camerale, che rappresenta il mondo economico e produttivo, il sistema dell’alta formazione»

VIBO VALENTIA «La Camera di commercio di Vibo Valentia è ora sede dell’Universitas Mercatorum – Università Telematica del Sistema camerale italiano – e, nell’ottica della più efficace operatività, attraverso un info point dedicato, garantirà anche informazione e orientamento».
Lo rende noto un comunicato dell’ente: «Particolarmente soddisfatto il presidente della Camera di commercio Sebastiano Caffo «perché così – ha detto – rafforziamo il collegamento tra l’Ente camerale, che rappresenta il mondo economico e produttivo, il sistema dell’alta formazione – attraverso l’Universitas Mercatorum – e il territorio, per una sinergia utile a creare nuove occasioni di crescita innovativa e competitiva. Oggi – ha aggiunto Caffo – la qualificazione è fondamentale in un mercato del lavoro sempre più esigente quanto a conoscenza, competenza e aggiornamento continuo. Abbiamo voluto, così, offrire strumenti e percorsi digitali, flessibili e moderni, capaci di superare le molteplici criticità del nostro territorio, da quelle economiche, alle logistiche, alla mobilità, consentendo, a chi lo voglia, di seguire le proprie aspirazioni e realizzare i propri sogni».
«Universitas Mercatorum – ha detto Raffaele Bonanni, già segretario nazionale Cisl e ora docente di Diritto del lavoro – è la prima Università delle imprese e del lavoro, fondata dal Sistema camerale per la valorizzazione del capitale umano e del lavoro. Il digitale – ha poi aggiunto – è importante perché rivoluziona il modo di dare istruzione, di fare cultura e impresa rendendo il sapere sempre più diffuso, fruibile, veloce. La tecnologia è utile e non riduce certo i posti di lavoro; è solo che non ci siamo ancora ben attrezzati per accelerare i tempi di passaggio dalle vecchie alle nuove professioni. Noi siamo qui anche per cogliere e far cogliere questa sfida, offrendo nuove prospettive».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto