Artigianato, Barbalace: «Al presidente Santelli chiediamo concretezza»

Il segretario regionale di Confartigianato auspica maggiore attenzione verso il settore. «Anche i giovani attendono interventi concreti. Ci attendiamo un programma serio di sviluppo, puntando sull’occupazione, sul rilancio delle infrastrutture e aiutando anche le imprese»

CATANZARO «Dal governo regionale aspettiamo innanzitutto concretezza». Silvano Barbalace, segretario di Confartigianato Imprese Calabria, analizza con l’Agi le aspettative del mondo produttivo rispetto alla nuova legislatura regionale, partita ufficialmente con l’insediamento della presidente della Giunta, Jole Santelli.
«Come Confartigianato – ricorda Barbalace – abbiamo presentato, e sottoposto ai candidati alla presidenza della Regione in campagna elettorale, un programma con alcuni temi per noi fondamentali per la ripresa economica della Calabria, che purtroppo sta vivendo una vera e propria emergenza e una fase di crisi da cui ancora non è uscita. Facendo una scelta in termini di priorità, quello che per noi è importante – sostiene il segretario regionale di Confartigianato – è partire da alcuni elementi chiave su cui si può innestare lo sviluppo della Calabria: turismo, artigianato, rilancio delle aree interne, tutti e tre intimamente connessi tra loro. Sono questi i settori su cui, a nostro avviso, si deve investire per una ripresa economica della regione».
Barbalace prosegue: «Dal governo regionale aspettiamo anzitutto concretezza, non progetti faraonici, partendo dalle eccellenze del nostro sistema economico e produttivo e mettendo in piedi un serio programma di sviluppo, puntando sull’occupazione, sul rilancio delle infrastrutture e aiutando anche le imprese a stare ed essere competitive sui mercati nazionali e soprattutto internazionali».
«Oggi – aggiunge il segretario della Confartigianato calabrese – si parla tanto di globalizzazione ma purtroppo abbiamo un tasso di internazionalizzazione delle imprese calabresi bassissimo, se consideriamo che, a fronte di 105mila imprese iscritte in Camera di Commercio, al netto dell’agricoltura, secondo l’agenzia Ice abbiamo solo 1500 imprese che fanno export». Secondo Barbalace «un altro elemento fondamentale sul quale si attendono interventi concreti da parte del governo della Regione è l’attenzione ai giovani: purtroppo, sono noti i drammatici dati sullo spopolamento delle aree interne e non solo della Calabria e sull’emigrazione dei nostri giovani, per questo a nostro avviso – prosegue il segretario regionale di Confartigianato – è necessario creare per loro maggiori opportunità: in questo quadro l’artigianato può essere una grande occasione e una grande risorsa, com’è stato in altre realtà regionali. Negli ultimi anni di governo regionale guidato dal presidente Oliverio non molto ma qualcosa è stato fatto, ora – conclude Barbalace – auspichiamo che anche il governo Santelli possa riporre una viva e concreta attenzione verso l’artigianato».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto