Vertenza Fincalabra, Cgil, Cisl e Uil chiedono percorsi alternativi per i lavoratori

I segretari generali Sposato, Russo e Biondo nell’incontrato con l’assessore al Lavoro Orsomarso hanno chiesto la revoca del provvedimento adottato e il ritiro delle lettere recapitate a quindici dipendenti

CATANZARO Si è riunito oggi a Catanzaro, su convocazione dell’Assessore al Lavoro, Attività produttive e Turismo della Regione Calabria, Fausto Orsomarso, dietro richiesta di Cgil, Cisl e Uil, il tavolo di confronto sulla vertenza Fincalabra riguardante la procedura di mobilità di parte dei dipendenti ex art. 25 D.L.vo 175/2016.
I confederali presenti con i Segretari generali regionali Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondo, con le federazioni di categoria e la rappresentanza aziendale, hanno chiesto, in apertura della riunione, la revoca del provvedimento adottato e il ritiro delle lettere recapitate a quindici dipendenti, facendo presente che esistono diversi percorsi alternativi esplorabili e praticabili attraverso il dialogo con il sindacato.
Al termine dell’incontro, i rappresentanti dei lavoratori esprimono soddisfazione di fronte alla posizione dell’Assessore Orsomarso che ha sostenuto l’assenza di una volontà di arrivare al licenziamento dei quindici dipendenti, impegnandosi a risolvere la problematica in tempi brevissimi, tenendo aperto il confronto con le organizzazioni sindacali.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto