Ammortizzatori sociali, il governo stanzia 150 milioni

REGGIO CALABRIA Si è svolto oggi a Reggio l’incontro tra Cgil, Cisl, Uil Calabria e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Graziano Delrio sulle tematiche inerenti gli ammortizzatori…

REGGIO CALABRIA Si è svolto oggi a Reggio l’incontro tra Cgil, Cisl, Uil Calabria e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Graziano Delrio sulle tematiche inerenti gli ammortizzatori sociali in deroga 2014. «Come Cisl – ha fatto sapere il segretario generale Paolo Tramonti – abbiamo ribadito con forza la necessità che il governo mantenga fede agli impegni assunti il 12 novembre 2014 relativi al reperimento delle risorse per il finanziamento degli ammortizzatori 2014, unitamente alla costruzione, di concerto con la Regione, di un piano di politiche attive finalizzato alla ricollocazione delle migliaia di lavoratori espulsi dai processi produttivi».
«Il governo – ha affermato Delrio – si impegnerà entro aprile a rendere disponibili circa 150 milioni di euro comprensivi delle risorse dei fondi Pac che, secondo le stime del ministero del Lavoro, soddisferebbero il fabbisogno per la Calabria».
«Come Cisl – ha continuato invece Tramonti – abbiamo ribadito che il fabbisogno stimato dal ministero è molto inferiore al fabbisogno reale per il 2014 e che la Regione ha già stimato prudenzialmente in 260 milioni.
Nel ritenere positivo lo sblocco entro aprile di risorse importanti, abbiamo evidenziato l’insufficienza delle risorse per dare copertura a tutto il 2014 e la necessità di un ulteriore stanziamento considerato il dramma sociale in cui versano migliaia di percettori. Il governo si è impegnato ad attivarsi con la Regione per porre in essere ogni iniziativa utile sia sul fronte del fabbisogno finanziario che sul versante delle politiche attive».
Nel contempo, la Cisl ha chiesto che «la Regione provveda alla chiusura del 2013 erogando le indennità spettanti a circa 1.200 percettori che, a causa di ritardi e inefficienze, a oggi non hanno percepito nulla pur avendone diritto, al fine di evitare un’esplosione di contenzioso che vedrebbe la Regione soccombente, garantendo allo stesso tempo diritti colpevolmente negati».
«La Cisl vista la drammaticità della situazione e l’urgenza di un Piano di Politiche Attive per il Lavoro e l’Occupazione – conclude Tramonti – ha auspicato il rafforzamento delle sinergie tra Regione e governo senza le quali la Calabria non uscirà dall’emergenza».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto