E anche la Calabria “rottama” i propri vitigni

Sono 14 gli ettari di vitigni calabresi espiantati tra il 2007 e il 2010: operazione apparentemente distruttiva (ma in realtà mirata a puntare sulla crescita qualitativa a fronte di una…

Sono 14 gli ettari di vitigni calabresi espiantati tra il 2007 e il 2010: operazione apparentemente distruttiva (ma in realtà mirata a puntare sulla crescita qualitativa a fronte di una flessione numerica) e di sicuro remunerativa: basti pensare che il premio dell`Unione europea per ogni ettaro “rottamato” è, in media, di oltre 9mila e 500 euro. La Calabria ha ottenuto circa 80mila euro dopo gli espianti degli ultimi tre anni. Ne dà notizia Il Sole24Ore citando i dati di Assoenologi, che presenterà ufficialmente le stime 2011 lunedì 4 settembre a “Vinovip” (vetrina internazionale in programma dal 3 al 5 a Cortina d`Ampezzo). Evento nell`evento la giornata speciale dedicata a “La Sicilia delle donne conquista il mondo” e alla “Puglia: il paradiso dei vini italici”. Come dire, l`attenzione per i terroir meridionali è in costante crescita ma la Calabria deve ancora attrezzarsi al meglio per conquistare le platee che contano. Prosit!







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto