Aspettando Godot

di Paola Militano

La probabile e prevedibile follia di mezz’estate. Potrebbe accadere per una disonorevole crisi di governo che metterebbe a dura prova il Paese, ma non c’è da scandalizzarsi perché come si è visto in queste ore, di “onorevole” in Parlamento c’è rimasto ben poco. E non può e non deve nemmeno consolarci il fatto che si tratti di un governo “concepito in provetta” perché, come se non bastasse, potrebbe nascerne un altro: una scialuppa di salvataggio nel mare in tempesta. C’è da chiedersi comunque se in queste ore qualcos’altro si è rotto? Se l’incantesimo s’è spezzato? Se il clima d’opinione, sino a ieri, favorevole ai sedicenti “avvocati del popolo” sia cambiato? Se presto sarà possibile un governo democratico? Se dopo la terza, ci lasceremo definitivamente alle spalle la Repubblica indefinita, il diverso “stile” di governo e gli insoliti ministri? La penso come De André: “dal letame nascono i fiori”. E se nel resto del Paese oggi la politica è pop, in Calabria non è rock. A Sky TG24 oggi c’è stato spazio per ricordare (e per non dimenticare) l’eccidio di ‘ndrangheta, avvenuto il 15 agosto 2007 in Germania, dove persero la vita Marco Marmo, Francesco e Marco Pergola, Tommaso Venturi, Francesco Giorgi e Sebastiano Strangio, falcidiati da una raffica di proiettili mentre uscivano dal ristorante italiano ‘Da Bruno’ a Duisburg. Una strage maturata nell’ambito della cruenta faida di San Luca che vede contrapposti i Nirta-Strangio ed Pelle-Vottari-Romeo, gruppo quest’ultimo al quale appartenevano le sei vittime. E proprio a San Luca, nel lungo reportage di Sky TG24, l’inviata calabrese non può fare a meno di rimarcare come ci siano voluti 11 lunghi anni di corto circuito democratico, prima di eleggere un sindaco e come nel paese “dove risiede la mamma della ‘ndrangheta” non ci sia neanche una biblioteca, come dire: “una città se non ha una biblioteca sa bene di non poter ingannare nessuno”. E pensare che a queste latitudini si aspetta ancora il “prescelto” che ci possa guidare fino alla Terra Promessa. Come Mosé al di là del Mar Rosso.
Buon Ferragosto. (paola.militano@corrierecal.it)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto