«Cinema calabrese, non sprechiamo l’occasione»

Gentile direttore, non le scriviamo come chi vuole accaparrarsi dei meriti, ma per rendere conto e informarla, visto il ruolo autorevole della sua testata anche oltre i confini regionali, di…

Gentile direttore,
non le scriviamo come chi vuole accaparrarsi dei meriti, ma per rendere conto e informarla, visto il ruolo autorevole della sua testata anche oltre i confini regionali, di una azione che da pochi anni a questa parte ha prodotto crescita economica e occupazione qualificata in Calabria.
Ormai non v’è più dubbio, le produzione cinematografiche che continuano ad approdare nel nostro territorio, stanno garantendo uno scatto in avanti a una regione in forte ritardo di sviluppo. E la prospettiva è ancora più elevata, addirittura capace di farci alzare di parecchio lo sguardo oltre il basso orizzonte a cui, ahi noi, siamo abituati.
Ci tacciano spesso, noi calabresi, di essere gente che produce solo negatività e frustrazione, oltre che anime malvagie e delinquenti di rango. Chi vuole vedere oltre i racconti però sa che c’è altro e che negli ultimi anni ci sono dei movimenti che stanno modificando le cose. Ci sono startup che hanno deciso di investire sul territorio e sui suoi talenti con ambizione e fiducia. C’è uno spirito animatore, gentile direttore, uno spirito animatore eccezionale che sta spingendo molti giovani a investire e realizzarsi lungo e attorno la Calabria.
Intorno a molte produzioni cinematografiche nazionali e internazionali che piazzano tende e obiettivi in Calabria, ci siamo noi, un “syndacate enterprise” in via di creazione che unirà la maggior parte delle Associazioni e case di produzione presenti sul territorio calabrese, realtà i cui fondatori sono professionisti che hanno costruito le loro competenze, che hanno studiato e sgobbato, che si sono formati a Roma e nel resto d’Italia e hanno deciso di provare a restituire qualcosa ai luoghi in cui sono nati e cresciuti.
Non si tratta d’improvvisati dilettanti che hanno il sogno del film creato tra amici con una videocamerina, in Calabria dal 2017, invece, agiscono dei professionisti che si son fatti la gavetta nella capitale del cinema, portando caffé e facendo il necessario e, come si fa su questi set, “rubando” il mestiere giorno dopo giorno ai loro capi produzione.
Il cinema può essere l’ennesima occasione persa o potrebbe diventare una scommessa vinta, in una terra dove spesso si tende a demolire competenze, maestranze, professionalità: solo chi non possiede competenze tende a demolire quelle in circolazione, in un continuo gioco a perdere che alimenta l’arretratezza.
Perché le scriviamo, quindi?
Le chiediamo attenzione perché siamo all’altezza della situazione epocale, perché il cinema con l’entrate di Netflix e Amazon etc offrirà lavoro a tonnellate, perché siamo certi che un giornale importante, che registra e verifica i fatti, può rappresentare un pilastro su cui poggiarci nel futuro e medio e lungo termine.
In pochi anni abbiamo raggiunto, grazie anche alla Calabria Film Commission, i livelli di Puglia e Basilicata, e crediamo che se la stampa vera e la politica ci daranno una mano, possiamo sorpassarle in scioltezza.
Questo è il punto, la Calabria come location e maestranze può diventare l’epicentro del cinema Europeo e Mediterraneo. Uno tsunami di lavoro, scusi la retorica, questo significa.
Un film non nasce solo dal lavoro sul set, ma anche dalla pre produzione e dalle operazioni di casting e scouting dei luoghi. I location manager mostrano i paesi, gli ambienti e ogni angolo selezionato per quel progetto ai produttori, ai registi, ai direttori della fotografia e agli scenografi.
E fin qui tutto dipende solo dai professionisti a cui facevamo riferimento, che stabiliscono rapporto professionali e di fiducia con chi investe soldi sul territorio.
Ecco perché non possiamo sprecare quest’occasione, la nostra Regione ha un set cinematografico dietro ogni suo angolo, e questo si sapeva, ora, però, ci sono qualificate risorse umane che sanno fare cinema ad altissimo livello, un cinema che porterà in Calabria, scusi la ripetizioni, cospicui investimenti, e di questo, se ce ne fosse ancora bisogno, ci hanno dato conferma, tra i tanti, film come Zero Zero Zero, Trust, Il Miracolo, Padre Nostro e tanti altri.

Baobei Production, Ciakalabria, Obiettivi Creativi, Sunday Film, Exe Management Production, Dreamart Movie, Droneeasy, Servizi con il Crone, Rec Video Production, Aeropix, Streeat Video





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto