Sanità, il grave cortocircuito tra Oliverio e Scura