Asp di Reggio, Oliverio chiede le dimissioni del dg Brancati

Il governatore ha inviato una missiva al manager, che tra l’altro aspira alla guida del dipartimento Salute, segnalando «inadeguatezze e disfunzioni» nei servizi e difficoltà nei rapporti con Prefettura e sindaci. «Un clima di diffusa sfiducia»

Il presidente della giunta regionale Mario Oliverio ha chiesto le dimissioni del direttore generale dell’Asp di Reggio Calabria, Giacomo Brancati. «Egregio Direttore – ha scritto Oliverio a Brancati –, è da più tempo che, quotidianamente, si manifestano tensioni e conflitti con diversi attori che operano con il Servizio sanitario provinciale. Anzitutto – si legge ancora nella missiva del governatore – vanno richiamate le sofferenze che testimoniano gli utenti per diffuse inadeguatezze e disfunzioni nei servizi che, pur se trovano radici antiche, non mostrano segnali concreti di inversione di tendenza». Oliverio richiama poi i rapporti evidentemente tutt’altro che idilliaci con le «istituzioni provinciali», a partire dalla Prefettura, per proseguire con «la quasi totalità dei sindaci della provincia e le forze sociali», che «segnalano difficoltà nell’interlocuzione con l’Azienda e persino soluzioni concordate che nei fatti rimangono senza alcuna attuazione». E ancora: «Le stesse attività ordinarie, faticosamente definite (procedure di reclutamento, attuazione dell’atto aziendale, etc.) segnano il passo, o non risultano ancora attivate. Tale situazione, sommata alle gravi conseguenze determinate sul sistema sanitario regionale dalla gestione commissariale del Piano di rientro, ha determinato – aggiunge Oliverio – nella realtà territoriale di riferimento l’indebolimento dei servizi sanitari erogati, l’isolamento dell’Azienda e un clima di diffusa sfiducia. Alla luce di quanto sopra, ritengo necessaria, come ho avuto modo di esprimerTi più volte nelle settimane scorse, la presa d’atto di tale grave situazione, con le conseguenti Tue determinazioni – conclude il governatore – in ordine alla cessazione dell’incarico di direzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria».
Per Brancati, che è tra i due aspiranti alla direzione del dipartimento Tutela della salute (come potete leggere qui), era arrivata di recente una sostanziale bocciatura dal tavolo interministeriale che verifica l’attuazione del Piano di rientro. La Procura di Locri, infine, ha avanzato per il dg una richiesta di rinvio a giudizio per il caso dei pazienti «abbandonati» all’ospedale di Locri.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto